pubblicato martedì, 28 Agosto 2018

articolo scritto da

Festival della Comunicazione 2018: programma, eventi e ospiti

Festival della Comunicazione 2018: programma, eventi e ospiti.

Torna a Camogli dal 6 al 9 Settembre 2018 il Festival della Comunicazione, giunto alla sua quinta edizione. Ideato con Umberto Eco (cui è dedicato nella serata d’apertura l’eventoMusica e parole), diretto da Rosangela Bonsignorio e Danco Singer e organizzato da Frame. In questo appuntamento su futuro e innovazione, riceve dal Capo dello Stato Sergio Mattarella la Medaglia del Presidente della Repubblica. Tema di quest’anno: le Visioni.

Festival della Comunicazione: il premio sarà assegnato ad Alessandro Barbero.

Quest’anno il vincitore del Premio Comunicazione sarà lo storico Alessandro Barbero. Dopo la consegna, lo scrittore e medievalista terrà un discorso sulla concezione dell’eredità storica, della dimensionalità del passato e della sua incidenza sul futuro e sulle possibilità di prevederlo. Sicuramente un intervento intavolato con la dialettica e la coinvolgente presenza scenica di cui Barbero ha fatto il suo marchio di fabbrica. Affiancato da interpretazioni mai banali, mai appiattite e cristallizzate nella riscoperta di un presente che riluce, sempre e comunque, dei riflessi di un passato che l’ha imbastito.

Test di medicina 2018: date e posti disponibili. Le materie da studiare

Anche tematiche di attualità tra i temi del Festival

Campeggia su tutte la vicenda di Genova. La Lectio dell’architetto e senatore a vita Renzo Piano si dipanerà senz’altro a partire dai tragici eventi di cui è stata oggetto il capoluogo ligure, e gli interventi mirati che l’orografia e l’idrografia di questa terra richiederanno. Ma non solo! Tra i punti toccati, non mancheranno le smart city, le fake news, la mobilità del futuro. Si continuerà trattando il destino delle imprese in una proiezione sempre più avanzata, cittadini e istituzioni, leader digital, la cultura della compatibilità con le problematiche e le sfide poste dalla questione ambientale, nanotecnologie, intelligenza artificiale. Per finire i linguaggi e le riserve dei Millennials e Centennials, le forme espressive e la loro prolifica contaminazione e molto altro. 

CONTINUA A SEGUIRE TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK  E TWITTER  E ISCRIVI AL FORUM  PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO.

articolo scritto da: