pubblicato: giovedì, 20 Set, 2018

articolo scritto da:

Champions League, il riassunto della prima giornata

Dove vedere Shakhtar Donetsk-Manchester City in diretta streaming o TV

Champions League, il riassunto della prima giornata

Oggi vi proponiamo dettagliatamente il riassunto completo della prima giornata della Champions League 2018/2019.

Risultati discreti ma altalenanti per le italiane, che hanno ottenuto due vittorie, un pareggio ed una sconfitta.

LEGGI ANCHE: Finale Champions League 2019: data, stadio e dove si gioca

Il riassunto del martedì di Champions League

INTER-TOTTENHAM 2-1

Sicuramente la partita più emozionante per gli italiani e non.

Grande attesa per il ritorno in Champions League dell’Inter dopo 6 anni, chiamata all’impresa contro un Tottenham molto temibile e pericoloso.

Partita molto tesa, nervosa ed equilibrata, col Tottenham che trova la rete del vantaggio grazie a una deviazione sfortunata di Miranda su tiro del solito Eriksen, che finisce alle spalle di Handanovic.

Nel momento più improbabile, a 5 minuti dal novantesimo, Icardi con un fantastico tiro al volo dal limite dell’area, su ottimo assist di Asamoah, segna la rete del pareggio e suona la carica di San Siro per la rimonta, completata dall’uomo della provvidenza, Matias Vecino, immancabile nelle occasioni decisive.

BARCELLONA-PSV 4-0

Nell’anticipo delle 18:55 il Barcellona non delude le aspettative.

Messi & co. archiviano la pratica in un incontro dal risultato già scritto, vista la differenza fra le due parti.

Il PSV ci prova anche con qualche conclusione interessante, ma non può nulla contro una magia di Messi su punizione, primo dei 3 gol segnati dalla Pulce e il sigillo di Dembelè.

Da segnalare un cartellino rosso per Umtiti, dovuto ad un secondo cartellino giallo, salterà il prossimo incontro a Londra, in casa del Tottenham.

CLUB BRUGGE-BORUSSIA DORTMUND 0-1

Partita sulla carta semplice per la formazione tedesca, che però si trova ad affrontare un avversario ostico, che si dimostra all’altezza della competizione.

Tante le conclusioni, sufficienti però per trovare la rete del vantaggio e della vittoria finale con Pulisic al minuto 85.

La squadra di Dortmund ottiene i primi tre punti in vista di impegni più ostici per il passaggio del turno.

MONACO-ATLETICO MADRID 1-2

Partita emozionante quella vista a Montecarlo.

Succede tutto nel primo tempo, con il Monaco che passa in vantaggio grazie alla rete di Grandsir, a cui rispondono prima Diego Costa dopo una decina di minuti e poi Jimenez allo scadere del recupero.

Colchoneros che passano in un campo difficile, contro un Monaco che ci ha provato e non intende arrendersi per il passaggio del girone.

LIVERPOOL-PSG 3-2

E’ probabilmente la partita più attesa della serata e non delude affatto le aspettative.

Il palcoscenico di Anfield regala un incontro di Champions League degno di questa competizione, con entrambe le squadre pronte a giocarsela.

Doppio vantaggio Liverpool, prima con Sturridge, poi con Milner su calcio di rigore, che lascia spazio poi alla rimonta del PSG, guidata da Meunier e Mbappè.

Quello che però sarebbe stato uno spettacolare pareggio deve lasciare il posto a una grande vittoria del Liverpool, grazie a Firmino, subentrato a partita in corso.

Klopp conosce i suoi ragazzi e sa come gestirli al massimo, avendo raggiunto lo scorso anno la finale di Champions.

STELLA ROSSA-NAPOLI 0-0

Il risultato dice tutto.

Prestazione deludente e non all’altezza per la squadra di Ancelotti, chiamata alla vittoria fin da subito, vista la difficoltà del girone.

I partenopei ci provano e non smettono di farlo, in particolare grazie a una traversa di Insigne che ancora trema, ma non sono riusciti a trovare l’ultimo, decisivo passaggio in una trequarti piena di maglie rosse dei padroni di casa, i quali possono ritenersi molto soddisfatti dal punto strappato.

Napoli chiamato ora a cambiare marcia e dare il massimo, contro due avversarie, Liverppol e PSG, tutt’altro che abbordabili.

SHALKE 04-PORTO 1-1

Pareggio senza fronzoli quello fra tedeschi e portoghesi.

Schalke che nel secondo tempo passa in vantaggio, grazie a Embolo, a cui però risponde su rigore al minuto 75 Otàvio, che a differenza del compagno Telles, autore di un errore dal dischetto ad inizio gara, non sbaglia.

GALATASARAY-LOKOMOTIV MOSCA 3-0

Partita senza storia quella andata in scena a Istanbul, coi turchi in controllo del match fin dalle prime battute.

Gol subito di Rodrigues, raddoppia Derdiyok, la chiude su rigore il solito Selkuk Inan.

Da segnalare il cartellino rosso a Ndiaye, che salterà di conseguenza il prossimo incontro.

Lokomotiv Mosca frastornata quella scesa in campo in Turchia e non all’altezza della competizione, almeno in questa prima giornata.

Il riassunto del mercoledì di Champions League

AJAX-AEK 3-0

Gli olandesi cominciano col botto in Champions, come da storica tradizione.

Tre le reti segnate nell’anticipo delle 18:55 contro i greci, non all’altezza della sfida.

Grande doppietta di Tagliafico e in mezzo il sigillo di Van de Beek con la squadra di Amsterdam che può ritenersi più che soddisfatta.

SHAKHTAR DONETSK-HOFFENHEIM 2-2

Pareggio ricco di gol fra le due squadre, con lo Shakhtar che non riesce a trovare una vittoria in rimonta, ma che si salva con un pareggio, grazie al gol al minuto 81 di Maycon.

Molte le conclusioni, ben diciannove per gli ospiti, che non sono stati però capaci di mettere la parola fine all’incontro, sprecando un’importante occasione.

REAL MADRID-ROMA 3-0

Al Santiago Bernabeu va in scena una partita dal risultato che sembrerebbe già scritto.

Così accade e il Real vince 3 a 0, ma la Roma non è da condannare, viste le occasioni create ma non concretizzate.

I giallorossi vengono puniti dalle magie degli avversari, prima con Isco, poi Bale in contropiede e per concludere l’eurogol Mariano Diaz.

Real ancora troppo forte per la Roma, ma la qualificazione deve passare dalle altre sfide contro le altre due avversarie.

VIKTORIA PLZEN-CSKA MOSCA 2-2

L’altra partita del gruppo della Roma, regala molto equilibrio, polemiche nel finale e tanti gol.

Squadra di casa che domina il primo tempo, andando negli spogliatoi con un doppio vantaggio e la vittoria che sembrava in tasca, ma il CSKA torna in campo rinato rimettendo in equilibrio le cose, con il gol del 2 a 2 segnato al minuto 95 da Vlasic.

VALENCIA-JUVENTUS 0-2

Nella serata del Mestalla succede di tutto.

Cartellino rosso diretto a Cristiano Ronaldo, per quella che dall’arbitro è giudicata (in mezzo alle tante polemiche) condotta antisportiva nei confronti del difensore del Valencia Murillo.

Tre rigori nel corso del match, due per la Juventus, che con Pjanic non li sbaglia e uno per il Valencia, parato da Szczesny nei secondi finali del match.

Vecchia Signora colpita infine da due infortuni, prima di Khedira, poi di Douglas Costa

Nonostante tutto l’accaduto, la Juventus vince dimostrando a tutti la sua completezza, anche nelle difficoltà del caso.

YOUNG BOYS-MANCHESTER UNITED 0-3

Debutto storico degli svizzeri in Champions League, contro uno United che non sbaglia un colpo e si regala una netta e facile vittoria che fa bene al morale per la squadra di Mourinho.

Inglesi in gol con Pogba, autore di una doppietta e Martial.

Svizzeri pericolosi in un’occasione, con un palo che ha impensierito e non poco De Gea.

BENFICA-BAYERN MONACO 0-2

Partita molto suggestiva per gli amanti del calcio quella andata in scena tra la squadra portoghese e i campioni di Germania.

Di fatto non c’è stata partita: due gol del Bayern al Benfica, che si trova di fronte un muro invalicabile come Manuel Neuer.

Inoltre la serata ci regala un grande momento: minuto 54, gol di Renato Sanchez, che si scusa e applaude il suo vecchio pubblico, che ricambia e lo riempie di applausi, nonostante il gol appena subito. Una bella pagina di calcio e di rispetto fra giocatori e tifoserie, col portoghese che ringrazia il pubblico della squadra che lo ha lanciato nel calcio che conta.

MANCHESTER CITY-LIONE 1-2

La grande sorpresa del mercoledì di Champions League sono senza dubbio i francesi del Lione, che riescono nell’impresa di uscire dall’Etihad Stadium non con uno, ma ben tre punti contro un Manchester City senza Guardiola (squalificato) che ha peccato di presunzione.

L’ingresso di Sané a metà ripresa dona fantasia e nuova linfa agli inglesi, che sotto di due gol riescono al minuto 67 a trovare il gol dell’1 a 2, grazie a Bernardo Silva, servito proprio dal gioiellino tedesco, ma che non basta per agguantare il pareggio.

Grande prestazione del Lione, che trova i gol nella prima frazione di gioco grazie a Cornet e Fekir, quest’ultimo uomo partita della serata.

SEGUI IL TERMOMETRO SPORTIVO ANCHE SU FACEBOOK, TWITTER E TELEGRAM

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

articolo scritto da: