Accise benzina 2019: riduzione bocciata dalla Lega, nessun taglio

Pubblicato il 24 Dicembre 2018 alle 09:31 Autore: Guglielmo Sano
Accise benzina 2019: riduzione bocciata dalla Lega, nessun taglio
Accise benzina 2019: riduzione bocciata dalla Lega, nessun taglio

Taglio accise benzina 2019, salta tutto


Mentre proseguono i lavori di messa a punto della prossima Finanziaria, la Commissione Bilancio boccia la riduzione delle accise sulla benzina. La notizia, però, è che a bloccarla sarebbe stato il voto contrario della Lega; il partito di Salvini aveva posto la battaglia contro le imposte sui carburanti in cima al proprio programma di governo. “ Se vinco le elezioni faccio giustizia e taglio. Una tassa di ottant’ anni fa con me non esisterà più” diceva in campagna elettorale l’ attuale vicepremier in riferimento alla quota pagata per sostenere i costi della Guerra in Etiopia.

Accise benzina: 5 anni per mantenere le promesse

Due giorni fa, attraverso il suo profilo Twitter, ha riferito l’ accaduto il capogruppo Pd in Commissione Luigi Marattin. Nel suo tweet Marattin racconta che la relatrice del Carroccio, cioè la deputata Silvana Comaroli, avrebbe dichiarato la propria contrarietà alla riduzione delle accise adducendo come motivazione che “ ci sono 5 anni di tempo” per mantenere le promesse. Poco dopo, anche la riduzione delle “ auto blu” è andata incontro ad una bocciatura.

“ Razionalizzare l’utilizzo delle auto blu e degli aerei di Stato, oltre che l’utilizzo dei servizi di scorta personale” è il punto 26 del contratto di governo; invece, “ eliminare le componenti anacronistiche delle accise sulla benzina” è il punto 11.

Accise benzina: la proposta del Pd

Ricapitolando, la Commissione Bilancio ha respinto un emendamento proposto dal Pd che proponeva la riduzione delle accise su benzina e diesel di 2 centesimi per ogni litro. Sempre nell’ emendamento, era previsto il rientro dal mancato gettito attraverso il taglio, appunto, delle auto blu.

La Comaroli ha poi spiegato che sul parere contrario hanno pesato alcune considerazioni di tipo fiscale: “ al fine di rispettare i parametri europei, come richiesto anche dall’opposizione, si rende necessario intervenire per gradi nella riduzione delle accise sui carburanti”. Il governo, quindi, limiterà il proprio intervento in questo settore anche se la pentastellata Laura Castelli ha sottolineato come l’ esecutivo “ stia svolgendo una ricognizione dettagliata in materia”.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →