pubblicato: martedì, 4 Dic, 2018

articolo scritto da:

Miglior giovane 2018: Kylian Mbappé, il talento del futuro… e del presente!

kylian mbappé pallone d'oro 2018

Miglior giovane 2018: Kylian Mbappé, il talento del futuro… e del presente!

Kylian Sanmi Mbappé Lottin è nato nel 1998, eppure si trova già alla seconda candidatura per il Pallone d’Oro. Talento della nazionale francese e del Paris Saint Germain, con i suoi gol ha portato la Francia e il suo club a risultati prestigiosi. Si è sempre detto di lui che prima o poi il Pallone d’Oro l’avrebbe vinto. Eppure il premio potrebbe arrivare già quest’anno, infatti secondo alcune indiscrezioni è uno dei tre finalisti.

Verso il Pallone d’Oro 2018: l’ultima annata del ragazzo prodigio, Kylian Mbappé

Questa è stata l’annata che ha consacrato definitivamente Mbappé, infatti con il suo passaggio al PSG ha fatto il salto di qualità. Con i parigini ha vinto tutti i trofei nazionali che si potessero vincere, ha segnato 13 gol in 27 presenze, una media di 1 gol ogni due partite. Ma il problema rimane sempre in Europa, dove il Paris fatica sempre nonostante ogni anno sborsi milioni e milioni di euro per rinforzare la rosa. Anche quest’anno in Champions League sono stati eliminati troppo presto, ma stavolta sono stati molto sfortunati; hanno infatti incontrato negli ottavi i campioni del Real Madrid, detentori della coppa da anni.

Le vere soddisfazioni però sono arrivate in estate, precisamente in Russia, dove la Francia si è laureata campione del mondo per la seconda volta nella sua storia. Il suo apporto nella conquista della coppa è stato decisivo, infatti ha segnato ben 4 gol. Il primo è arrivato nei gironi contro il Perù, partita finita 1-0. Poi ha realizzato una doppietta nel 4-3 contro l’Argentina, probabilmente la sua migliore partita in Russia. Infine ha segnato pure in finale nel 4-2 contro la Croazia.

Verso il Pallone d’Oro 2018: la folgorante carriera di Kylian Mbappé

Mbappé è cresciuto nel Monaco, e proprio qui ha debuttato in Ligue 1 il 2 dicembre 2015, e dopo soli 2 mesi ha segnato la sua prima rete da professionista diventando il marcatore più giovane nella storia del Monaco a 17 anni e 62 giorni, battendo il record di Henry. Nel 2017 poi cominciano a fioccare i gol, arrivano le prime triplette e poi anche il primo gol in Champions League, nella partita d’andata degli ottavi contro il Manchester City, persa 5-3. Ma segnò anche nel ritorno, nella partita vinta 3-1, che fece conseguire al Monaco il passaggio per i quarti.

Si può dire quindi che Mbappé si è fatto conoscere ai più grazie a questo doppio confronto tra City e Monaco. Nel turno successivo ha continuato a far vedere le sue qualità, segnando sia all’andata che al ritorno dei quarti contro il Borussia Dortmund.

Kylian Mbappé, valore aggiunto del Monaco e stella del PSG

Grazie ai suoi gol la squadra monegasca è arrivata fino alle semifinali, risultato incredibile considerando la rosa che aveva a disposizione il Monaco. Proprio in semifinale è stata eliminata dalla Juventus, ma nonostante ciò e comunque riuscito a segnare diventando il marcatore più giovane delle semifinali.  Grazie a questa meravigliosa stagione vince il Golden Boy 2017 e in estate il PSG lo acquista per 145 milioni di euro più 35 di bonus. Con i parigini vince ogni coppa che c’è da vincere in Francia ma non riesce ad essere così incisivo in Champions League come lo era stato nell’anno precedente.

Il talento francese ha vinto il premio come miglior U21 della stagione e sicuramente avrà grandi chance di competere per il Balon D’Or, conquistato dal tuttofare dei blancos, Luka Modric.

SEGUI IL TERMOMETRO SPORTIVO ANCHE SU FACEBOOKTWITTER E TELEGRAM

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

articolo scritto da: