27/12/2018

Cannella a Sanremo Giovani 2018: chi è, età e vita privata. La carriera

autore: Gloria Frugoni
Cannella a Sanremo Giovani 2019
Cannella a Sanremo Giovani 2018: chi è, età e vita privata. La carriera

Chi è Cannella di Sanremo Giovani


Cannella è tra i partecipanti di Sanremo Giovani 2018 in onda il 20 e 21 dicembre su Rai1.

Chi è Cannella partecipante di Sanremo Giovani 2018

Cannella, nome d’arte di Enrico Fiore nasce il 14 Giugno 1995, a Roma. Già dall’età di sette anni si avvicina alla musica, grazie al padre che notando questa sua passione gli compra una serie di dischi che Cannella impara a memoria e canta ripetutamente.

A tredici anni inizia il suo percorso di cantautore, scrive canzoni e inizia a frequentare sale di incisione dove numerose persone lo spronano a non abbandonare questa passione.

Successivamente si muove verso la musica HipHop cominciando a scrivere testi con parti rappate usando però il nome di Eden. Cannella pubblica le sue prime canzoni a 18 anni tramite il web e fin da subito viene notato da una realtà indipendente di Torino. Grazie ad essa riesca a farsi conoscere e ad esibirsi davanti ad un pubblico.

Dopo la collaborazione con la realtà indipendente torinese, il cantautore decide di cambiare il proprio nome in Cannella. Il cambio di identità porta con sé nuovi sound e nuovi stili di scrittura che si avvicinano all’indie-pop.

Il nuovo stile di Cannella viene notato da Honiro Rookies e così inizia la sua carriera.

Laura Ciriaco: chi è, carriera ed età. Che brano presenta al festival.

Il progetto di Cannella: Sanremo Giovani 2018

Cannella è tra i 24 partecipanti di Sanremo Giovani 2018. Al festival presenta il singolo “Nei miei ricordi”, del brano dice che: “ Nei miei ricordi è senz’ombra di dubbio uno dei brani di punta del mio progetto, un racconto sincero, senza troppe pretese, un ricordo di tante piccole cose che mi sono rimaste impresse e che ho deciso di immortalare così, con una canzone. Ho cercato di catturare delle immagini di quotidianità, quelle cose a cui non dai molto peso nel momento in cui le vivi e che poi ti tornano in mente quando una storia giunge al termine, mi succede spesso di ricordare cose di poco conto e di dargli più importanza rispetto a grandi avvenimenti”.

Cannella ha inoltre raccontato qualcosa sul tema de brano: “ Alla fine nelle storie sono quei piccoli dettagli che fanno la differenza, non mi interessa parlare del primo bacio, del primo viaggio importante o di qualsiasi altra prima volta, ho preferito esordire con una frase come ‘volevamo una casa in montagna dove andare i fine settimana perché alla fine per me è molto più simbolica e rappresentativa se devo dare uno sguardo al passato, mi fa anche sorridere. Ai dolci ricordi poi si accosta anche l’amarezza di perdersi per le troppe pretese”.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM