articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Michael Schumacher oggi: condizioni salute, non sta a letto. La rivelazione

Michael Schumacher oggi condizioni salute, non sta a letto. La rivelazione
Michael Schumacher oggi: condizioni salute, non sta a letto. La rivelazione

Come sta Schumacher e salute a 5 anni dall’incidente


Cosa sappiamo delle condizioni di Michael Schumacher? Le condizioni del campione di Formula pare siano in lieve miglioramento. Almeno questo in base alle ultimissime pubblicate da alcuni media internazionali: l’indiscrezione in questo caso è del Daily Mail. Schumacher è nato il 3 gennaio del 1969 a Hürth in Germania: compirà tra poco 50 anni. La sua vita, fatta di una carriera strepitosa e coronata da un gran numero di successi, è cambiata il 29 dicembre 2013, a causa di un incidente che ha messo in serio pericolo la sua vita verificatosi in Francia mentre sciava sulle Alpi francesi.

Michael Schumacher in lieve miglioramento

A distanza di quasi 5 anni Schumacher è ancora sotto strettissima osservazione e vive ancora una condizione comunque abbastanza difficile. I gravi danni cerebrali subiti necessitano di tempi molto lunghi. Da quanto si apprende l’ex pilota vive in una sua abitazione in Svizzera. A seguire la sua salute c’è una intera equipe medica composta da circa 15 professionisti. “Non è costretto a letto né ha bisogno di macchinari per rimanere in vita” ha scritto il quotidiano britannico.

Chiaramente le sue condizioni richiedono un alto livello di privacy e di totale discrezione. Di qualche tempo fa una dichiarazione di sua moglie Corinna Betsch: “Michael è un combattente, non si arrende”. La coppia ha due figli: Gina Maria, nata il 20 febbraio 1997, e Mick, nato il 22 marzo 1999. Un’altra figura costantemente presente a fianco di Schumacher è la sua portavoce Sabine Kehm.

Michael Schumacher, privacy assoluta intorno all’ex pilota

Negli ultimi tempi hanno fatto sapere di aver incontrato il campione sia Jean Todt, presidente della FIA, che ha visto “il Gran premio del Brasile con Michael in casa” che Padre Georg Ganswein, arcivescovo e prefetto della Casa Pontificia e stretto collaboratore sia di Papa Francesco che di Papa Benedetto XVI. Al contrario, lo scorso aprile l’ex collega di Schumacher, Rubens Barrichello, aveva raccontato come a fronte della sua richiesta di andarlo a trovare era arrivato un diniego.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: giovedì, 3 Gennaio 2019