articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Bolletta luce e gas seconda casa 2019: costo e come risparmiare

Bolletta luce e gas seconda casa 2019: costo e come risparmiare
Bolletta luce e gas seconda casa 2019: costo e come risparmiare

Seconda casa, come funziona la bolletta luce


Tra le spese da considerare quando si sceglie di acquistare e, soprattutto, mantenere una seconda casa non si possono dimenticare quelle relative alle utenze energetiche. Con pochi accorgimenti è possibile ridurre sensibilmente le bollette della propria casa di villeggiatura.

Bolletta luce e gas: la tariffa TD

Innanzitutto, bisogna considerare il cambiamento delle tariffe a disposizione degli utenti. Dal primo gennaio 2017, in seguito a una riforma del servizio di trasmissione, distribuzione e misura dell’elettricità, non esistono più le tariffe D2 e D3. In pratica, queste distinguevano una tariffa progressiva per le utenze domestiche dei residenti (D2) da una tariffa progressiva per le utenze dei non residenti (D3). In poche parole, all’aumento del consumo aumentava il prezzo del singolo kWh. Entrambe sono state sostituite da un’unica tariffa, la TD, che stabilisce un prezzo unico dei kWh sia per residenti che per non residenti.

Con la nuova tariffa, il costo dell’energia non dipende più né da unità di consumo né dalla potenza del contatore, quindi, si annulla la differenza tra costi per residenti e costi per non residenti. D’altra parte, continuano a differenziarsi tra residenti e non residenti i costi relativi agli oneri di sistema. Per i primi sono calcolati in base alla componente energia della bolletta. Invece, per i secondi, oltre a essere calcolati in base alla componente energia, ricomprendono anche una quota fissa di 135 euro per il primo anno e poi di 127,40 euro all’anno.

Bolletta luce e gas: pochi ma utili accorgimenti

È chiaro, dunque, che il risparmio sulle utenze energetiche diventa ben più di un’esigenza per chi ha una seconda casa. Con qualche accorgimento si possono ridurre gli sprechi e di conseguenza le spese. Innanzitutto, ottimizzare i consumi utilizzando Led ed elettrodomestici a basso consumo. Poi, è intuitivo, evitare di lasciare gli elettrodomestici in stand-by quando non si è in casa, o per la stessa ragione luci accese. In ogni caso, sarebbe meglio procedere sempre con delle autoletture. Infine è consigliabile la scelta di un’offerta modulata attentamente sulle proprie necessità di consumo.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: venerdì, 22 Marzo 2019