Pubblicato il 25/01/2019

Pensioni ultime notizie: Quota 100 è inadeguata “Serve altra riforma”

autore: Daniele Sforza
Pensioni ultime notizie: Quota 100 inadeguata
Pensioni ultime notizie: Quota 100 è inadeguata “Serve altra riforma”

Quota 100 non va bene, ecco chi lo dice


Sul tema pensioni ultime notizie riguardano i commenti del Fondo monetario internazionale su Quota 100 e sul sistema pensionistico in generale, considerandolo in prospettiva futura. Per il Fmi Quota 100 non è certamente una soluzione a lungo termine. La sperimentalità della misura non basta per tranquillizzare i giovani lavoratori di oggi. Che potrebbero trovarsi tra circa 30 anni a godere dei benefit pensionistici di oggi solo nel caso in cui lavorino anche in tarda età e si mettano da parte soldi per una pensione supplementare.

Pensioni ultime notizie: Quota 100, chi pagherà le pensioni di domani?

A preoccupare sono i dati demografici di oggi, che evidenziano un calo della natalità a fronte di un invecchiamento demografico. In poche parole, la domanda è la seguente: chi pagherà le pensioni di domani ai lavoratori di oggi? La spesa pubblica per le pensioni potrebbe aumentare di 2,5 punti percentuali entro il 2050, asserisce il Fmi. Ma non è solo l’Italia nel mirino, visto che sono diversi i Paesi che “dovranno affrontare una forza lavoro in declino, che farà calare il risparmio”.

Pensioni ultime notizie: Quota 100 inadeguata?

Qual è la soluzione? Il Fondo monetario internazionale cita proprio l’Italia e la Spagna, plaudendo a “riforme che colmino i divari di genere nella partecipazione alla forza lavoro”. Ma parla anche di incoraggiare i più anziani a continuare a lavorare, allungando così l’ingresso nell’età pensionistica. I governi stessi, per il Fmi, potrebbero agevolare gli anziani a restare nel mondo del lavoro “riconsiderando tasse e benefici che favoriscono il pensionamento anticipato”.

Infine, guardare anche agli intrecci tra il settore della finanza personale (leggi: risparmio) e mercato del lavoro, con quelli del sistema pensionistico e delle riforme. In breve, sembra che la pensione di domani la si pagherà da soli perché le casse non avranno più liquidità per effettuare i versamenti mensili. In ogni caso, la ricetta del Fmi per guarire il male previsto in prospettiva sembra essere molto lontano dall’impianto di Quota 100.

Autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →