02/05/2019

Lettera prepensionamento Quota 100 per pensione anticipata, quando farla

autore: Daniele Sforza
Lettera prepensionamento Quota 100
Lettera prepensionamento Quota 100 per pensione anticipata, quando farla

Quota 100 e lettera pensionamento


Il decreto su Quota 100 e reddito di cittadinanza è stato letto in lungo e in largo dai diretti interessati alle due misure. La misura è ormai ufficiale e definitiva per questo motivo in molti si stanno chiedendo quando poter fare la lettera di prepensionamento. Le finestre di uscita sono state pubblicate nero su bianco e i tempi per usufruire della prima uscita possibile sembrano stretti. Andiamo a vedere quali sono le ultime novità sul tema.

Quota 100: requisiti e finestre mobili

Per uscire con Quota 100 bisognerà avere 62 anni di età anagrafica e 38 anni di contributi. Quest’ultimo è il requisito minimo da rispettare per uscire anticipatamente con Quota 100. La misura è sperimentale e avrà una validità triennale, ovvero “scadrà” il 31 dicembre 2021. L’obiettivo del governo è quello di varare Quota 41 per tutti, che consentirebbe il pensionamento per tutti i lavoratori che hanno 41 anni di contributi alle spalle.

Tornando su Quota 100, sarà possibile uscire anche 3 anni prima dalla maturazione dei requisiti, con accordi tra aziende e lavoratori stessi e sindacati e il sostegno dei Fondi di solidarietà bilaterali. Vi invitiamo a leggere questo articolo per avere ulteriori dettagli.

Le finestre di uscita saranno differenti per dipendenti del settore privato e del pubblico impiego. Come si legge nel testo ufficiale, infatti, i dipendenti privati che hanno maturato i requisiti al 31 dicembre 2018 potranno uscire il 1° aprile 2019. In seguito, bisognerà attendere 3 mesi prima di andare in pensione anticipata con Quota 100. Diverso il discorso per i dipendenti pubblici: quelli che maturano i requisiti entro il 31 marzo 2019 potranno uscire dal lavoro il 1° luglio 2019. In seguito dovranno aspettare una finestra di 6 mesi prima di andare in pensione con Quota 100 e fornire un preavviso di almeno 6 mesi.

Quota 100: lettera di prepensionamento, quando farla

Anche per via delle tempistiche ridotte, in particolar modo per le finestre di uscita e per la necessità di preavviso, in molti si domandano quando e come fare la lettera di prepensionamento. Il prima possibile per chi ha già raggiunto i requisiti, potrebbe essere la risposta. Tuttavia, a oggi, questa azione è impossibile. Il decreto che contiene Quota 100, infatti, deve essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale. A questa pubblicazione seguirà poi la diffusione di una circolare Inps che conterrà tutte le informazioni e le linee guida per procedere con la richiesta. Quest’ultima dovrebbe potersi fare online, sul sito dell’Inps, come per qualsiasi istanza di pensionamento, oppure tramite Caf e patronati. Concludendo e riassumendo, il primo passo da attendere, quindi, è la pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale.

SEGUI IL NUOVO TERMOMETRO QUOTIDIANO A QUESTO LINK.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]

Autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →