02/05/2019

Bollo auto 2019: esempio verbale esenzione pagamento, la dicitura

autore: Daniele Sforza
Bollo auto 2019 esempio verbale esenzione
Bollo auto 2019: esempio verbale esenzione pagamento, la dicitura

Verbale esenzione bollo auto, cosa è scritto


L’esenzione dal pagamento del bollo auto rientra nel comparto agevolazioni riservato ad alcune categorie di disabili. E in particolare ai soggetti sordi e non vedenti, così come ai disabili con handicap psichico o mentale titolari dell’indennità di accompagnamento. O ai soggetti disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni e ai soggetti affetti da handicap con ridotte o impedite capacità motorie. Per questi ultimi l’agevolazione spetta solo nel caso in cui i veicoli oggetto delle agevolazioni siano adeguatamente adattati sotto l’aspetto tecnico-strumentale.

Esenzione bollo auto per disabili: a chi spetta

L’esenzione dal pagamento del bollo auto spetta al veicolo di riferimento nel caso in cui sia di proprietà dello stesso soggetto disabile. Ma l’esenzione spetta anche nell’eventualità in cui il veicolo sia intestato a un familiare che ha il soggetto disabile stesso fiscalmente a carico.

Esenzione bollo auto per disabili: la dicitura sul verbale

È possibile fare richiesta di Legge 104 e accertamento handicap. Quest’ultimo sarà eseguito da un’apposita commissione medica, che valuterà il singolo caso, constatando le difficoltà generate dalla patologia invalidante. Alla fine della vista, come risposta definitiva della stessa, sarà redatto un verbale. Su questo si fa riferimento alla normativa (Legge 104) e si certifica nero su bianco il riconoscimento dell’handicap, che può essere o meno in situazione di gravità. In ogni caso, i medici della Commissione che redigono il verbale andranno a specificare anche la natura della patologia invalidante. Ad esempio, dopo aver citato la Legge 104 e stabilito il riconoscimento dell’handicap, si potrebbe leggere “grave limitazione della capacità di deambulazione”, oppure “capacità motorie: impedite”.

Ma c’è una dicitura particolare che deve comparire sul verbale e che darà diritto all’esenzione dal pagamento del bollo auto. La dicitura è la seguente: “L’interessato possiede i requisiti tra quelli dell’art. 4 DL 9 febbraio 2012, n.5”. Senza questa dicitura non sarà possibile ottenere l’esenzione dal bollo auto, né tantomeno le altre agevolazioni nel settore auto, come ad esempio la detrazione Irpef 19% o l’Iva agevolata al 4% sulle spese di acquisto di un’auto nuova.

SEGUI IL NUOVO TERMOMETRO QUOTIDIANO A QUESTO LINK.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]

Autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →