Buoni fruttiferi di Poste Italiane e libretto smart, come acquistare online

Pubblicato il 15 Febbraio 2019 alle 06:46 Autore: Daniele Sforza

Poste Italiane informa le modalità per acquistare online i buoni fruttiferi e Libretto Smart. Ecco una piccola guida con le informazioni utili.

Buoni fruttiferi di Poste Italiane e libretto smart
Buoni fruttiferi di Poste Italiane e libretto smart, come acquistare online

Acquisto buoni fruttiferi postali con libretto smart


Poste Italiane ha informato che acquistare buoni fruttiferi e Libretto Smart online è oggi possibile. Si tratta di una novità che arricchisce ulteriormente i vantaggi dei buoni fruttiferi, che ricordiamo essere un prodotto di investimento sicuro perché garantito dallo Stato italiano, ma soprattutto a zero spese di gestione, mentre gli unici costi riguardano la tassazione agevolata del 12,50% sugli interessi. Stessi vantaggi per i libretti di risparmio postale. Si ricorda inoltre che è possibile chiedere il rimborso in qualsiasi momento, ma questo dipende anche dalla tipologia del buono.

Come acquistare buoni fruttiferi e Libretto Smart online

Poste informa che se non si ha un Libretto né un conto BancoPosta sul quale depositarlo, sarà possibile richiedere direttamente online l’apertura di un Libretto Smart e l’acquisto del Buono che interessa, tra le varie tipologie disponibili. Per aprirlo sarà necessario avere sotto mano un valido documento d’identità, nonché il codice fiscale e l’Iban del conto corrente bancario.

Buoni fruttiferi postali: come scegliere i migliori

Come scritto in precedenza esistono diversi tipi di buoni fruttiferi postali, ma come scegliere i migliori? A seconda della durata di sottoscrizione, potrebbe essere una risposta, ma anche per il rendimento e per il tipo specifico di buono. Poste consente di fare delle simulazioni per valutare i vantaggi di un buono piuttosto che un altro, a seconda della durata di sottoscrizione.

Buoni fruttiferi fino a 3 anni

I buoni fruttiferi 3 anni Plus rappresentano un prodotto di investimento utile per accantonare delle somme in un breve lasso di tempo. L’importo minimo per la sottoscrizione è di 50 euro, si può contare su rendimenti fissi e anche in questo caso è possibile chiedere e ottenere il rimborso in qualsiasi momento. Facendo una rapida simulazione, investendo 10.000 euro e mantenendoli per 3 anni si avrà la possibilità di ottenere un rendimento lordo annuo allo 0,40%, per un supplemento di 105 euro dopo 3 anni.

Buoni fruttiferi da 3 a 12 anni

Per questa durata sono a disposizione i Buoni 3×2 e i Buoni 3×4. I primi sono utili per investire fino a 6 anni e risultano uno strumento flessibile in quanto consente di chiedere il rimborso anche dopo 3 anni, con il riconoscimento degli interessi maturati. Il rendimento annuo lordo a scadenza arriva fino all’1,50%. Il secondo prodotto (3×4) è utile per investire in un lasso di tempo più lungo (fino a 12 anni) e avere la possibilità di ottenere il rimborso ogni 3, 6 e 9 mesi, anche in questo caso con il riconoscimento degli interessi maturati. Per i buoni 3×4 il rendimento annuo lordo a scadenza sarà del 2,25%.

Buoni fruttiferi oltre 12 anni

I clienti potranno anche sottoscrivere i buoni fruttiferi postali oltre 12 anni, per avere un rendimento più ampio da far maturare in un lasso di tempo più lungo (fino a 20 anni). Anche qui si parte a un importo minimo di 50 euro, mentre il rendimento annuo lordo a scadenza ammonta al 2,85%. È possibile richiedere il rimborso in qualsiasi momento, mentre gli interessi sono riconosciuti dopo 1 anno dalla sottoscrizione e, in seguito, ogni bimestre.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →