Pubblicato il 02/05/2019

Come investire 100 mila euro nel 2019 e aumentare gli interessi

autore: Daniele Sforza
Come investire 100 mila euro nel 2019
Come investire 100 mila euro nel 2019 e aumentare gli interessi

Investire 100 mila euro nel 2019


Si hanno 100 mila euro da parte e ci si chiede come investire per avere un guadagno a lungo termine determinato da un maggiore rendimento. La parola d’ordine è la solita: diversificare. Meglio cercare di dividere la somma su più prodotti di investimento, al fine di minimizzare il rischio. E lanciare una parte di questa somma su prodotti più rischiosi, poiché sono questi a essere quelli potenzialmente più redditizi (se le cose vanno bene). Il fattore rischio arriva ovviamente se le cose vanno male. Ma proprio per questo è meglio diversificare la somma accumulata scegliendo al tempo investimenti che siano sicuri e redditizi da un lato e un po’ più rischiosi dall’altro.

Un altro consiglio da seguire è quello di “stare sul pezzo”. Parlando di investimenti a medio-lungo termine, è possibile che nel corso del tempo cambi anche la visione dell’investimento e la propensione al rischio. Per questo motivo è preferibile monitorare periodicamente le forme di investimento scelte ed essere propensi a un cambiamento di strategia.

Come investire 100 mila euro nel 2019: i beni rifugio

Investire nei beni rifugio può essere una buona idea? Per Federico Pani di MoneyController “un bene rifugio rappresenta un’ancora di valore durante una tempesta finanziaria o, fuor di metafora, è un bene che ha un valore intrinseco, relativamente costante nel tempo”. Il più classico dei beni rifugio è l’oro, che sta tornando a essere un bene rifugio dopo la crisi dell’ultimo periodo. Ma investire in oro “non significa necessariamente acquistare fisicamente dei lingotti. Esistono strumenti come gli Etc o gli Etf che replicano il valore dell’oro”. In alternativa è possibile anche “sottoscrivere dei contratti derivati che hanno la materia preziosa come credito sottostante”. Infine, gli investitori potranno avere guadagni dall’oro solamente “sui dividenti incassati nel momento della vendita” perché “l’oro, di per sé, non produce ricchezza se non grazie alla sua rivalutazione”.

Come investire 100 mila euro nel 2019: gli ETF

Glauco Maggi, sulla Stampa, rispondendo a una lettrice che chiedeva lumi su come investire 100 mila euro, propone di guardare a un mix di ETF azionari, variabile in base al tipo di rischio che si vuole correre. Per un livello di rischio medio-basso, ad esempio, si consiglia di tenere 40.000 euro in un conto deposito e diversificare il restante 60% proporzionalmente sugli indici Usa (60%), europei (25%), Paesi emergenti (10%) e sull’indice mondiale (5%). Per un rischio di livello più elevato, invece, il suggerimento dell’esperto è quello di investire l’intera somma seguendo la diversificazione sopra proposta.

Come investire 100 mila euro nel 2019: il settore immobiliare

Altro fronte a cui guardare è il settore immobiliare. I canali possono essere due: acquistare un immobile (si prevede un leggero rialzo nella compravendita immobiliare nel 2019) per poi affittarlo al fine di garantire una rendita costante e magari rientrare nel corso del tempo della spesa sostenuta. Oppure si può guardare al crowdfunding immobiliare, che meriterebbe un discorso a parte, ma sul quale abbiamo dato qualche cenno in questo articolo.

Come investire 100 mila euro nel 2019: i titoli di Stato

Stiamo parlando di prodotti che offrono un rendimento poco interessante, per chi cerca invece guadagni più alti. Ma ciò avviene perché il livello di rischio è esponenzialmente basso (difficile che uno Stato fallisca). Tuttavia, “maggiore è il rischio che uno Stato non paghi i suoi creditori, maggiore è il rendimento dei titoli di Stato in quella nazione”, scrive Andrea Roventini su Finaria. “I BTP italiani rendono molto più dei Bund tedeschi o dei Bond Americani proprio perché considerati più rischiosi”.

Se invece non si vuole guardare agli Stati ma alle imprese, è utile sapere che il meccanismo di funzionamento è lo stesso. Basta guardare al rating: se quest’ultimo è buono, allora il rischio è basso e ugualmente il rendimento.

Uno strumento più rischioso è quello delle azioni. Un’azienda, infatti, “frutterà dividendi agli azionisti solo se alla fine dell’anno saranno rimasti dei profitti”. A differenza delle obbligazioni, per le quali invece è prevista una cedola fissa.

Come investire 100 mila euro nel 2019: le criptovalute

Nell’opera di diversificazione del proprio investimento, considerando una somma di 100 mila euro, una parte può essere anche investita in criptovalute. Su questo fronte c’è abbastanza scetticismo da parte di alcuni esperti, mentre altri lo vedono come un buon settore sul quale puntare una parte della somma accumulata. Magari una piccola parte, aggiungeremo noi, su criptomonete abbastanza solide, anche per concedersi un po’ di tempo al fine di valutarne convenienza e vantaggi.

Tra le più interessanti al momento spiccano l’evergreen Bitcoin (BTC), ma anche l’emergente XRP (da valutare con molta cautela) e NEO. Tutte le criptovalute hanno subito un boom tra fine 2017 e inizio 2018, ma al tempo stessono sono state trascinate in un vortice discendente nei mesi seguenti. La situazione è da monitorare con attenzione, ma solitamente è BTC che trascina l’andamento delle altre criptovalute (nel bene e nel male). Per questi motivi è consigliabile, se lo si vuole, investire una piccola parte della propria somma in questo campo, senza esagerare.

SEGUI IL NUOVO TERMOMETRO QUOTIDIANO A QUESTO LINK.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]

Autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →