02/05/2019

Bollette luce e gas cartacee aumentano la tariffa, come controllare

autore: Daniele Sforza
Bollette luce e gas cartacee
Bollette luce e gas cartacee aumentano la tariffa, come controllare

Tariffa con bolletta cartacea


Nell’era della digitalizzazione, la maggior parte dei documenti assume una forma telematica. Un risparmio dei costi della carta, ma anche una semplificazione. Tuttavia ci sono ancora le bollette che arrivano in forma cartacea. E in particolare alcune bollette luce e gas cartacee sono più care di quelle digitali. Colpa di una tariffa supplementare, di un ulteriore sovrapprezzo che però risulta illegittimo, come spesso sottolinea l’ARERA, poiché trattasi di una “lesione del diritto dei clienti finali a una corretta fatturazione dei consumi energetici”.

Non tutti i fornitori applicano una tariffa supplementare sui documenti cartacei, ma altri sì e questi stanno incorrendo in sanzioni imposte proprio dall’Autorità. Ma come controllare se sulle proprie bollette luce e gas cartacee è applicato un sovrapprezzo?

Bollette luce e gas cartacee: aumento tariffe, quanto costano?

Per alcuni utenti ricevere la bolletta cartacea a casa è ancora una comodità da non sottovalutare. Un appuntamento temuto, ma anche più evidente rispetto a un documento digitale, soprattutto per certe categorie di persone poco avvezze agli strumenti informatici. Tuttavia, questa “comodità” può essere pagata cara: non parliamo di cifre astronomiche, ma di commissioni da 1-2 euro a bolletta.

Accumulando queste somme per anno gli importi non restano sconsiderati, ma risultano comunque un sovrapprezzo da non sottovalutare da aggiungere all’importo di una bolletta che può essere già salata di per sé. Dopotutto, facendo una rapida operazione matematica, il costo totale (prendendo in considerazione la cifra massima di 2 euro moltiplicato per le 18 bollette annuali in media) ammonta a 36 euro annui, come riferisce Felicia Mammone in un servizio a riguardo andato in onda nell’ultima puntata di DiMartedì.  

Bollette luce e gas cartacee: quando aumentano

Inoltre occhio ai contratti sottoscritti via web. “Se si modificano le modalità di pagamento scegliendo il bollettino postale rispetto all’addebito diretto su conto, il costo di luce e gas può diventare più alto”. Lo stesso qualora si dovesse optare per la fattura cartacea dopo aver scelto quella online.

Bollette luce e gas cartacee: Arera sanziona chi aumenta le tariffe

Dopo i provvedimenti sanzionatori dell’Autorità nei confronti di Sorgenia, Edison ed E.ON avvenuti a ottobre per i rincari sulle bollette cartacea, le ultime due società a essere colpite sono A2A e Dolomiti Energia, come scrive Il Fatto Quotidiano. Entrando più nel dettaglio, l’ARERA si è focalizzata su due offerte commerciali di A2A, e in particolare A3A Click Gas e Prezzo Sicuro Web+, con maggiorazioni rispettivamente di 0,025 €/kWh e 0,01 €/kWh; ovvero il costo della disattivazione del servizio [email protected].

Quanto a Dolomiti Energia, invece, la contestazione riguarda 1 euro extra per ogni bolletta cartacea che è previsto in alcune offerte, quali Idea Gas, Famili Web Gas e Gas Sconto20. Tale azione comporta dunque un presupposto per l’avvio “di un procedimento per l’adozione di provvedimenti sanzionatori e prescrittivi”.

Bollette luce e gas cartacee: dove controllare gli aumenti

Come e dove controllare gli aumenti tariffari dovuti al rilascio e alla consegna delle bollette cartacee? Sarà sufficiente recarsi sul PortaleOfferte (vecchio TrovaOfferte) dell’ARERA. Uno strumento utile per comparare le offerte disponibili sul mercato e consultare attentamente a quanto ammontano i prezzi relativi ai servizi accessori con oneri a carico dei clienti.

SEGUI IL NUOVO TERMOMETRO QUOTIDIANO A QUESTO LINK.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]

Autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →