10/02/2019

Nainggolan, una serata da vero Ninja. Per una volta si è preso l’Inter

autore: Lorenzo Annis
Nainggolan, una serata da vero Ninja. Per una volta si è preso l'Inter
Nainggolan, una serata da vero Ninja. Per una volta si è preso l’Inter

Conosciamo tutti quanti i problemi che hanno stoppato fin dal suo arrivo ad Appiano l’avventura di Radja Nainggolan all’Inter. Tra comportamenti non tanto professionali, infortuni ogni due per tre e nostalgie romane, l’avventura del Ninja in nerazzurro si è rivelata fin qui un flop autentico.

Sarebbe dovuto essere lui il colpo da novanta della scorsa estate, ma così non è stato. La tifoseria interista è parecchio insofferente nei confronti del belga e l’errore dal dischetto nella sfida di Coppa Italia contro la Lazio è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Sui social sono impazzati hashtag e commenti poco felici nei confronti dell’ex romanista, abituato comunque a questo certo tipo di pressioni.

A Parma, il suo mentore Luciano Spalletti ha deciso di dargli nuovamente una chance dall’inizio. E, per una volta, Nainggolan non ha tradito affatto le aspettative riposte nei suoi confronti.

LEGGI ANCHE: L’Atletico Madrid che non c’è più. Colchoneros smarriti

La partita di Nainggolan contro il Parma

Lucido fin dal fischio d’inizio, nel primo tempo di difficoltà generale nerazzurra è stato – assieme all’altro criticatissimo di quest’ultimo periodo, Perisic – l’unico a mettersi al centro dell’attenzione provando a tirare la carretta offensiva della squadra. Tanti tocchi, tanto movimento e anche qualche tentativo di conclusione dalla distanza, ossigeno in una prima frazione – come detto – poco performante per l’Inter.

Nella ripresa la svolta. La banda di Spalletti comincia ad attaccare a perdifiato alla ricerca del gol e Nainggolan è dunque spesso chiamato all’azione sulla trequarti. Al minuto 79′ la ciliegina sulla torta. Brozovic e Perisic scardinano in coppia il malcapitato Kucka, che a centrocampo perde un pallone sanguinoso, Nainggolan raccoglie la sfera e si lancia in una percussione centrale solitaria, conclusa con un ottimo suggerimento in profondità per LautaroEl Toro ringrazia ed insacca il gol-vittoria.

Sostituito al minuto 88′ da Gagliardini, ha raccolto gli applausi del settore ospite occupato dalla tifoseria meneghina, che ha sicuramente apprezzato la grinta e il dinamismo del centrocampista belga, autore di una prova da 7 in pagella.

Tra le statistiche, segnaliamo l’86% di passaggi riusciti, 5 palloni recuperati, 3 occasioni create e 2 dribbling riusciti.

Le parole di Nainggolan nel post-partita

Nainggolan dopo la sfida del Tardini ha rilasciato alcune dichiarazioni. Questo un estratto della sua intervista a DAZN: “Ho avuto una stagione un po’ complicata, saltando la preparazione, un paio di infortuni e alcuni problemi di cui è meglio non parlarne. Rimangono interni. Credo di essermi comportato molto bene, ricambiando la fiducia del mister e della società. Spero di poter ripagare tutti adesso che sto tornando a un livello fisico migliore.

Ad Inter TV si è invece così espresso: “A livello personale spero di non avere più così tanti acciacchi, sto facendo di tutto per evitarli. Ringrazio la società che mi è stata vicino e chi ha messo a disposizione tutte le cose per lavorare in modo personalizzato, ora sta a me ripagarli. Non mi era mai successo in carriera di fermarmi così tanto.

Il Ninja sembra dunque aver voglia di uscire finalmente dal tunnel. Riuscirà stavolta a prendersi l’Inter?

SEGUI IL TERMOMETRO SPORTIVO ANCHE SU FACEBOOKTWITTER E TELEGRAM

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]

Autore: Lorenzo Annis

Nato in Sardegna il 1° luglio del 1996, è nel Termometro Politico dal 2017. Scrive prevalentemente di sport dividendosi tra pallone e pedali, le sue più grandi passioni sportive. E-mail: [email protected]
    Tutti gli articoli di Lorenzo Annis →