Conguaglio Irpef febbraio 2019: stipendio dimezzato in busta paga, per chi

Pubblicato il 26 Febbraio 2019 alle 07:00 Autore: Guglielmo Sano

Conguaglio Irpef: sindacati lanciano l’allarme riguardante gli stipendi del personale militare e, soprattutto, civile dipendente del Ministero della Difesa

Conguaglio Irpef febbraio 2019: stipendio dimezzato in busta paga, per chi
Conguaglio Irpef febbraio 2019: stipendio dimezzato in busta paga, per chi

Stipendio dimezzato per conguaglio Irpef


I sindacati lanciano un allarme riguardante gli stipendi del personale militare e soprattutto civile dipendente del Ministero della Difesa. Anche nel 2019, però, le trattenute del conguaglio Irpef avverranno in unica soluzione.

Conguaglio Irpef: una pratica consolidata

La denuncia è partita da Fp-Cgil, Cisl-Fp, Uil-Pa e Confsal: il personale civile e militare del Ministero della Difesa subirà una grossa riduzione dello stipendio nel mese di febbraio. Il cedolino, visibile su Noipa, avrà un importo notevolmente inferiore alle aspettative per via del conguaglio fiscale. In pratica, il personale dipendente del Ministero della Difesa avrà delle trattenute sullo stipendio comprese tra il 50% e il 65% a seconda dei casi.

Insomma, c’è il rischio concreto che, a febbraio, i lavoratori prendano metà o, addirittura, un terzo della normale retribuzione. Non è la prima volta che si verifica una tale situazione. D’altra parte, è stato spesso richiesto un cambio di passo dalle associazioni di categoria: invece di addebitare le trattenute in un’unica soluzione si potrebbe attuare una loro dilazione. Il Ministero ha finora sempre rifiutato di modificare le modalità di riscossione del conguaglio fiscale.

Conguaglio Irpef: possibili soluzioni

Non solo per ottenere la possibilità di rateizzazione del conguaglio Irpef, anche per evitare gli annosi problemi riguardanti le procedure di accredito delle buste paga del personale dipendente dal Ministero della Difesa, i sindacati chiedono di togliere la gestione degli stipendi a NoiPa. In tal caso potrebbe essere direttamente il Ministero a occuparsi di gestire gli stipendi.

Tuttavia, una soluzione più semplice per evitare un’unica consistente tranche di trattenute potrebbe consistere in un aumento dell’1% del prelievo fiscale nella busta paga mensile. Detto ciò, non si può più far niente per evitare tale somministrazione delle trattenute per il 2019. Inoltre il cedolino di febbraio è già visibile su Noipa, nella sezione “consultazione documenti” dell’area personale dei dipendenti.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →