Legge 104: controlli agevolazioni a febbraio 2019, chi rischia e cosa

Pubblicato il 23 Marzo 2019 alle 07:02 Autore: Daniele Sforza

Partono i controlli su chi ha usufruito indebitamente delle agevolazioni sulla Legge 104. Ecco i soggetti a rischio e per quale ragione.

Legge 104 controlli agevolazioni
Legge 104: controlli agevolazioni a febbraio 2019, chi rischia e cosa

Controlli legge 104, quali agevolazioni


Al via i controlli su chi ha usufruito illecitamente dei diritti garantiti dalla Legge 104, dalle agevolazioni previste dalla norma fino ai permessi retribuiti. Il monitoraggio è partito nel mese di febbraio dall’ufficio scolastico di Catania, che ha diffuso un’apposita circolare a riguardo. I primi controlli saranno dunque in Sicilia, ma non è detto che altri tipi di verifiche non si facciano anche in altre Regioni.

Legge 104: controlli agevolazioni, la circolare

Nella circolare dell’ufficio scolastico di Catania vengono ufficializzati i controlli su chi ha usufruito dei benefici della Legge 104. Ecco il testo della comunicazione.

“Questo ufficio, in ottemperanza al D.M. 165/2010 e sentite le Organizzazioni sindacali di categoria, sta procedendo a effettuare un controllo a campione su coloro che hanno usufruito dei benefici della Legge 104/92 nell’anno solare 2018, nell’ambito delle seguenti procedure”.

  • Reclutamento da GAE e concorso ordinario;
  • Graduatorie Permanenti personale Ata;
  • Mobilità personale docente, educativo e Ata;
  • Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie personale docente, educativo e Ata.

Più precisamente si parla di un controllo a campione che si verificherà “sul 20% di coloro che hanno usufruito dell’articolo 21 della Legge 104/92 e sul 25% di coloro che hanno usufruito dell’articolo 33 della medesima Legge”. I soggetti che subiranno i controlli saranno individuati a campione, pertanto tramite apposito sorteggio.

Legge 104: articolo 21 e 33, cosa dicono

Gli articoli della Legge 104 citati sono il 21 e il 33. Il primo riguarda prevalentemente il diritto di precedenza nell’assegnazione della sede. “La persona handicappata con un grado di invalidità superiore a 2/3 o con minorazioni iscritte alle categorie prima, seconda e terza della tabella A (legge n. 648/1950), assunta presso gli enti pubblici come vincitrice di concorso o altro titolo, ha diritto di scelta prioritaria tra le sedi disponibili”. Tali soggetti “hanno la precedenza in sede di trasferimento a domanda”.

L’articolo 33, invece, riguarda i ben noti permessi retribuiti che spettano ai lavoratori dipendenti con handicap in situazione di gravita o, eventualmente, ai familiari degli stessi che li assistono. Negli ultimi anni sono stati infatti scoperti diversi abusi dei diritti della Legge 104, ma quali sono i rischi se si viene scoperti?

Legge 104: abuso permessi e agevolazioni, cosa si rischia

Come stabilito da alcune sentenze della Corte di Cassazione (tra cui, una delle più importanti, la n. 8209/2018), tra le sanzioni previste per chi abusa dei permessi Legge 104 può andare incontro direttamente al licenziamento per giusta causa. Tale condotta, infatti, non è scorretta solo nei confronti del datore di lavoro, ma anche nei riguardi dello Stato. Dal quale si percepisce indebitamente la retribuzione, anticipata dal datore di lavoro ma effettivamente erogata dall’Inps. Pertanto, chi abusa dei permessi e delle agevolazioni Legge 104, commette anche un reato penale.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →