Festa della donna 2019: perché si festeggia, storia e significato

Pubblicato il 9 Marzo 2019 alle 06:54 Autore: Federico Strazzullo
Festa della donna 2019 perché si festeggia, storia e significato
Festa della donna 2019: perché si festeggia, storia e significato

La Giornata Internazionale della Donna o Festa della Donna come generalmente viene chiamata è una ricorrenza che si celebra l’8 marzo di ogni anno per ricordare le conquiste raggiunte da queste ultime in campo sociale, economico e politico. Ma perché si festeggia? Quali sono i passi che hanno fatto sì che ci fosse una giornata dedicata alla questione femminile?

Mimosa Festa della donna 2019: significato e perché si regala

Festa della donna: la storia

Comunemente si ritiene che la Festa della Donna sia stata istituita in seguito ad un incendio scoppiato in una fabbrica di camicie a New York dove persero la vita più di un centinaio di donne. Ciò in realtà costituisce un falso storico. Infatti tale celebrazione si deve alle rivendicazioni femministe in materia di suffragio universale agli inizi del secolo scorso. In particolare, a Stoccarda tra il 18 e il 24 agosto del 1907 si tenne il VII Congresso della II Internazionale Socialista. In tale occasione tra i vari temi trattati vi era anche quello inerente all’ allargamento del suffragio universale esteso alle donne.

Il congresso diede il via al dibattito sulla questione femminile e negli anni successivi furono in molti a recepire le rivendicazioni dei diritti attuate dalle donne. Tra questi un ruolo importante lo ebbe il Partito Socialista americano. Infatti il 28 febbraio 1909 organizzò una imponente manifestazione a sostegno del diritto al voto delle donne.

Alle manifestazioni per le rivendicazioni sul suffragio universale seguirono quelle in tema di aumento di salario e sicurezza sul posto di lavoro. Dal 22 novembre 1909 al 15 febbraio 1910 ebbe luogo a New York un grande sciopero che coinvolse migliaia di donne. E fu così che alla seconda Conferenza Internazionale delle Donne Socialiste tenutasi a Copenaghen dal 26 al 27 agosto 1910 si propose di istituire una comune giornata dedicata alle rivendicazione dei diritti delle donne.

Festa della donna: la data

Era l’8 marzo del 1917 quando le donne di San Pietroburgo scesero in piazza per reclamare la fine della Grande Guerra. Tale evento diede il via alla Rivoluzione russa di febbraio. Ed è per questo che il 14 giugno del 1921 la seconda Conferenza Internazionale delle Donne Comuniste, tenutosi a Mosca, istituì l’8 marzo come la Giornata Internazionale dell’ Operaia.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it