02/05/2019

Rinnovo agevolazioni Legge 104: pass disabili, quando viene concesso

autore: Giuseppe Spadaro
Rinnovo agevolazioni Legge 104: pass disabili, quando viene concesso
Rinnovo agevolazioni Legge 104: pass disabili, quando viene concesso

Richiesta pass 2019 per Legge 104


Non è la prima volta che parliamo dell’argomento. Chi ha diritto al pass disabili? Ma anche quali sono le condizioni per accedere al rinnovo della agevolazione? Vediamo come chiedere il rinnovo del pass disabili. A chi presentare la domanda. E qual è la documentazione necessaria da presentare.

Rinnovo agevolazioni Legge 104, la normativa di riferimento

Partiamo col dire qual è la normativa di riferimento. Certamente si parte dal DPR n. 151/2012. Ma il tema che affrontiamo chiama in causa anche l’articolo 188 del Codice della Strada. Oltre all’articolo 381 del Regolamento di esecuzione del Codice della Strada.

Rinnovo agevolazioni Legge 104, rinnovo pass disabili

Proprio l’articolo 381 del Regolamento di esecuzione del CdS specifica che “per il rilascio della autorizzazione” “l’interessato deve presentare domanda al sindaco del comune di residenza, nella quale, oltre a dichiarare sotto la propria responsabilità i dati personali e gli elementi oggettivi che giustificano la richiesta, deve presentare la certificazione medica rilasciata dall’ufficio medico-legale dell’Azienda Sanitaria Locale di appartenenza, dalla quale risulta che nella visita medica è stato espressamente accertato che la persona per la quale viene chiesta l’autorizzazione ha effettiva capacità di deambulazione impedita o sensibilmente ridotta

La validità del pass è di 5 anni. E per il rinnovo?.“Il rinnovo avviene con la presentazione del certificato del medico curante che confermi il persistere delle condizioni sanitarie che hanno dato luogo al rilascio”.

Rinnovo agevolazioni Legge 104, rinnovo pass disabili a tempo

Mentre cosa cambia invece nel caso in cui il pass disabili sia valido per una invalidità temporanea magari causata da un infortunio o per altre cause patologiche? “La relativa certificazione medica deve specificare il presumibile periodo di durata della invalidità. Trascorso tale periodo è consentita l’emissione di un nuovo contrassegno a tempo determinato, previa ulteriore certificazione medica rilasciata dall’ufficio medico-legale dell’Azienda Sanitaria Locale di appartenenza che attesti che le condizioni della persona invalida danno diritto all’ulteriore rilascio”.

Infine, è opportuno ricordare che in entrambi i casi la documentazione deve essere completa del pass in originale scaduto. E della marca da bollo, come previsto dalla normativa. L’agevolazione è sempre gratuita e non ha alcun costo per il beneficiario del pass.

SEGUI IL NUOVO TERMOMETRO QUOTIDIANO A QUESTO LINK.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]

Autore: Giuseppe Spadaro

Direttore Responsabile di Termometro Politico. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti (Tessera n. 149305) Nato a Barletta, mi sono laureato in Comunicazione Politica e Sociale presso l'Università degli Studi di Milano. Da sempre interessato ai temi sociali e politici ho trasformato la mia passione per la scrittura (e la lettura) nel mio mestiere che coltivo insieme all'amore per il mare e alla musica.
Tutti gli articoli di Giuseppe Spadaro →