articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Seconda tappa Tirreno Adriatico 2019: percorso e altimetria Camaiore-Pomarance

Seconda tappa Tirreno Adriatico 2019 percorso e altimetria Camaiore-Pomarance
Seconda tappa Tirreno Adriatico 2019: percorso e altimetria Camaiore-Pomarance

Tirreno Adriatico, seconda tappa


La seconda tappa della Tirreno Adriatico è Camaiore – Pomarance. La partenza è prevista per le ore 11:35 di giovedì 14 Marzo. Il rifornimento verrà fatto tra il km 112 e il km 115. L’ arrivo a Pomarance è previsto per le ore 16:25 circa.

Seconda tappa Tirreno Adriatico 2019: percorso e altimetria

Tappa mossa e articolata specialmente nella seconda parte con finale in salita. Partenza da Camaiore e attraverso Montamagno si raggiunge prima Pisa poi il Livornese per abbandonare la parte completamente pianeggiante in prossimità di Collesalvetti dove cominciano le prime dolci ondulazioni. Si sale a Castellina Marittima (GPM) per raggikungere il rifornimento tra San Martino e Casino di Terra. Qui comincia la parte tecnicamente più impegnativa che sale a Canneto per affrontare il secondo GPM della corsa dei due Mari a Serrazzano. Si giunge quindi una prima volta a Pomarance da dove si affronta un “quasi-circuito” che porta a Saline di Volterra e di lì lungo la salita finale di 12km circa con punte del 16% di pendenza.

Dopo Saline di Volterra si sale verso Cerreto con una lunga salita, ma molto irregolare che alterna tratti fino al 16% a tratti intorno al 2/3%. Finale pedalabile all’ ultima semicurva, su asfalto, carreggiata di 7m.

Si partirà a Bv. di Cerreto a 262m di altitudine scendendo fino a Bv. per Volterra a 58m di altitudine. Da lì si salirà poi fino a Pomarance, a 364 m di altitudine.

Dove vedere la Tirreno Adriatico in diretta tv o streaming Rai e in replica

Seconda tappa Tirreno Adriatico 2019: Pomarance

Il comune di Pomarance, adagiato al confine tra le province di Pisa e Siena in un territorio collinare caratterizzato dalla presenza di aree coltivate così come di ampie zone boschive, domina l’ alta valle percorsa dal fiume Cecina. Oltrepassando la porta alla Pieve ci si ritrova nella parte più antica del borgo. Raggiunta Piazza Cavour, cuore del quartiere medioevale, si può osservare il palazzo Comunale, risalente al XV secolo, e la chiesa di S. Giovanni Battista che custodisce opere cinque-seicentesche del pittore e architetto Cristoforo Roncalli, detto il Pomarancio.

SEGUI IL TERMOMETRO SPORTIVO ANCHE SU FACEBOOK, TWITTER E TELEGRAM

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: venerdì, 15 Marzo 2019