Riscatto laurea under 45 Inps: domanda e requisiti, come farla

Pubblicato il 12 Marzo 2019 alle 10:18 Autore: Daniele Sforza

Ultime notizie sul riscatto laurea anche per gli under 45. Come illustrato da una circolare Inps, ecco requisiti e modalità di presentazione della domanda.

Riscatto laurea under 45 Inps
Riscatto laurea under 45 Inps: domanda e requisiti, come farla

Il riscatto laurea agevolato anche per gli under 45 darà la possibilità di uscire anticipatamente dal lavoro oppure di ottenere un assegno pensionistico più elevato. Con una recente circolare (n. 36 del 5 marzo 2019) l’Inps ha chiarito alcuni aspetti legati al riscatto laurea, e in particolare ai requisiti richiesti e alle modalità di presentazione della domanda. La voce 3 della suddetta circolare ha come oggetto il riscatto dei corsi universitari di studi per periodi da valutare nel sistema contributivo effettuato fino al 45° anno di età.

Riscatto laurea agevolato: cosa cambia con il DL 4/2019

Il DL n. 4/2019 ha infatti aggiunto un sotto comma al Dlgs 184/1997 (articolo 2). Specificando come la possibilità di riscatto laurea “dei periodi da valutare con il sistema contributivo, è consentita fino al compimento del quarantacinquesimo anno di età. In tal caso l’onere dei periodi di riscatto è costituito dal versamento di un contributo, per ogni anno da riscattare, pari al livello minimo imponibile annuo di cui all’articolo 1, comma 3, della legge 3 agosto 1990, n. 233, moltiplicato per l’aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche dell’assicurazione generale obbligatoria per i lavoratori dipendenti, vigenti alla data di presentazione della domanda”.

Riscatto laurea under 45: il sistema di calcolo

Come precisa l’Inps nella circolare, la norma introduce un sistema di calcolo dell’onere di riscatto del corso di studi differente nell’eventualità in cui la domanda sia presentata al compimento del 45° anno di età e riguardi periodi collocati nel sistema di calcolo contributivo. Come sopra riportato sarà necessario moltiplicare il livello minimo imponibile annuo per l’aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche dell’assicurazione generale obbligatoria per i lavoratori dipendenti. Da questo calcolo risulterà il contributo da versare. Ovvero, circa 5.240 euro. Riassumendo, l’onere di riscatto dovrà essere determinato sul minimale degli artigiani e commercianti dell’anno di riferimento e in base all’aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche vigenti nel Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti.

Riscatto laurea: le precisazioni Inps

La rideterminazione dell’onere può avvenire comunque seguendo le disposizioni elencate al comma 5 dell’articolo 2 del DLgs n. 184/97, o quelle al nuovo comma 5-quater aggiunto dal DL 4/2019. Tuttavia l’Inps precisa quanto segue.  

  • Se il riscatto del corso di studi è già definito con l’integrale pagamento dell’onere dovuto, non si può chiedere la rideterminazione dell’onere in base a una modalità alternativa;
  • Se è iniziato il pagamento rateale, si potrà interrompere lo stesso, ottenere l’accredito del periodo corrispondente alla quota versata del capitale come già determinato e presentare – per il periodo del corso di studi residuo – nuova domanda di riscatto il cui onere potrà essere determinato, su richiesta con il criterio alternativo;
  • Nel caso in cui il riscatto non si è ancora perfezionato con l’accettazione dell’onere si potrà ritirare la domanda e presentarne una seguente. In questo caso i criteri di calcolo dell’onere prenderanno come riferimento la nuova data di presentazione della domanda.

Riscatto laurea: i requisiti

Ribadiamo chi sono i soggetti beneficiari del riscatto laurea agevolato. Questi corrispondono agli iscritti all’assicurazione generale obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia e i superstiti dei lavoratori dipendenti e alle forme sostitutive ed esclusive della medesima, nonché alle gestioni speciali dei lavoratori autonomi e alla Gestione separata. E che siano privi di anzianità contributiva al 31 dicembre 1995 e non già titolari di pensione.

Riscatto laurea: come presentare la domanda

La domanda per il riscatto laurea agevolato dovrà essere inoltrata esclusivamente tramite i seguenti canali.

  • Sito Web: tramite i servizi online dedicati. Vi si può accedere con le credenziali dell’utente (Pin Dispositivo, SPID o CNS). Bisognerà recarsi alla voce Prestazioni e Servizi, quindi Tutti i Servizi e infine Riscatto di periodi contributivi.
  • Contact Center: chiamando lo 803 164 (da fisso) o lo 06 164 164 (da mobile);
  • Patronati e intermediari dell’istituto tramite i servizi telematici offerti dagli stessi.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →