Pensioni ultime notizie: rivalutazione assegni 2019, rinvio dopo le europee

Pubblicato il 14 Marzo 2019 alle 08:25 Autore: Daniele Sforza

Sul fronte pensioni ultime notizie riguardano il blocco della rivalutazione degli assegni pensionistici sopra una certa cifra. Si pensa al rinvio a giugno.

Pensioni ultime notizie: blocco rivalutazione assegni 2019
Pensioni ultime notizie: rivalutazione assegni 2019, rinvio dopo le europee

Pensioni ultime notizie: il blocco della rivalutazione degli assegni pensionistici superiori a 1.539 euro lordi potrebbe creare più di qualche grattacapo al governo. Per questo si sta pensando a un rinvio del blocco a giugno. Ovvero al mese dopo le elezioni europee. Un retroscena svelato da Affaritaliani, che ha preso concretezza anche con un’interrogazione a firma del Partito Democratico, nella quale si chiede chiarezza sull’eventuale controversia.

Pensioni ultime notizie: blocco rivalutazione assegni, a chi spetta

5 milioni di italiani saranno coinvolti nel taglio delle pensioni. 5 milioni di italiani che percepiscono 1.539 euro lordi mensili e che non potranno usufruire della rivalutazione 2019 pari a un incremento dell’1,1%. Un risparmio di circa 2 miliardi di euro utile per finanziare Quota 100. I responsabili di questo blocco rivalutazione? I due partiti al governo: Lega e M5S. Che si giocheranno una partita fondamentale anche alle elezioni europee, previste a fine maggio.

Pensioni ultime notizie: blocco rivalutazione assegni, conguaglio in arrivo

Il blocco non è avvenuto nel primo trimestre 2019. La misura inserita in Legge di Bilancio è stata ufficializzata troppo tardi perché l’Inps potesse rivedere i calcoli, effettuati già nel novembre scorso. Ciò significa che il ricalcolo è avvenuto più tardi e che pertanto il blocco delle rivalutazioni partirà dal mese di aprile. Non solo: ci sarà anche il conguaglio. In parole povere, il recupero di quanto “indebitamente” avuto nei primi 3 mesi del 2019. Una novità non di poco conto soprattutto a livello politico. Che potrebbe dunque pesare sul voto degli elettori. E proprio per questo, secondo quanto riporta Affaritaliani, “la maggioranza di governo starebbe facendo pressioni sull’Inps affinché il nuovo regime, quindi il taglio, non parta fino a giugno”.

Pensioni ultime notizie: blocco rivalutazione assegni, interrogazione PD

Da qui l’interrogazione urgente a firma PD presentata in Senato da Tommaso Nannicini e alla Camera da Chiara Gribaudo. In questa si chiede di sapere “se i Ministri di indirizzo non ritengano che i pensionati ai quali è stato richiesto un sacrifico economico rilevante per la copertura della manovra di bilancio per il prossimo triennio abbiano diritto a una piena e tempestiva informazione circa gli effetti del previsto blocco della perequazione automatica sui loro importi pensionistici, attuali e futuri”. Inoltre ci si interroga “se non valutino indispensabile provvedere nei tempi più rapidi all’applicazione del blocco della perequazione previsto dal governo nell’ambito dell’ultima Legge di Bilancio”.

Pensioni ultime notizie: blocco rivalutazione, rinvio a giugno?

Le finalità?

  • Garantire l’effettività di una norma che concorre in modo significativo alla copertura della manovra finanziaria;
  • Limitare al massimo l’importo dei conguagli a carico dei pensionati;
  • Fugare ogni dubbio che la vera intenzione del governo non sia quella di forzare l’Inps a realizzare il conguaglio dopo le elezioni europee di maggio per far sì che i pensionati coinvolti nel blocco della rivalutazione non se ne accorgono sole dopo le elezioni europee.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →