Guido Crosetto: dimissioni accolte, perché ha lasciato Montecitorio?

Pubblicato il 14 Marzo 2019 alle 15:05 Autore: Francesco Somma

Il Deputato Guido Crosetto lascia Montecitorio. Dimissioni accolte per l’attuale Coordinatore di Fratelli d’Italia. Ma perché ha lasciato? Ecco i motivi.

Guido Crosetto, dimissioni accolte, perché ha lasciato Montecitorio
Guido Crosetto: dimissioni accolte, perché ha lasciato Montecitorio?

Guido Crosetto: dimissioni accolte, perché ha lasciato Montecitorio?

Il Vicepresidente di turno Ettore Rosato ha esitato un attimo a comunicare l’esito della terza votazione segreta sulla richiesta di dimissioni di Guido Crosetto. Alla fine però è arrivato l’annuncio, il quale ha dato seguito a scroscianti applausi in aula da parte di tutti i gruppi parlamentari. Il coordinatore in carica di Fratelli d’Italia lascia Montecitorio. Il soprannominato “gigante buono” ha dichiarato che questa scelta è frutto di una lunga riflessione ed è sofferta e ha poi aggiunto che continuerà con la politica.

Guido Crosetto: le motivazioni delle dimissioni

Il 4 marzo del 2018 era stato rieletto a Montecitorio come deputato. Il 13 marzo, poco più di un anno dopo, ha deciso di lasciare. Per quale motivo? Secondo quanto riporta AGI il braccio destro della leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni vuole dedicarsi a tempo pieno al ruolo di presidente dell’Aiad, la federazione che riunisce tutte le aziende dei settori della difesa, della sicurezza e dell’aerospazio. Tale ruolo, tra l’altro, configura anche una incompatibilità con il ruolo di parlamentare. Niente dissapori dietro queste dimissioni, tra Giorgia Meloni e Crosetto, il suo ruolo in Fratelli d’Italia rimarrà solido. Erano state avanzate altre motivazioni quali nuovi appuntamenti elettorali per l’ex deputato ma anche queste ipotesi sono state smentite.

Chi è Larus: rapper figlio di Ignazio La Russa che canta “sono tutto fatto”

Guido Crosetto: “Ho dato rispetto e ho ricevuto rispetto, questa aula ci rende migliori”

Una standing ovation di tutta l’aula ha accolto l’ufficialità delle dimissioni di Crosetto. Lo stesso ex deputato ha affermato di aver ricevuto attestati di stima da destra a sinistra. La vicenda Crosetto poteva però finire anche diversamente. I precedenti ci ricordano il caso Vacciano senatore del Movimento 5 stelle in seguito nel gruppo misto che fece richiesta di dimissioni per cinque volte senza riuscire ad abbandonare Palazzo Madama. Crosetto, per sua fortuna, ha impiegato solo tre tentativi.

Francesco Somma

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Francesco Somma

Classe 1994, laureato in SPRI e attuale studente di Politiche per lo Sviluppo e Cooperazione Internazionale all'UniSA. Credo nel potere delle parole e nella politica come strumento per migliorare il mondo.
Tutti gli articoli di Francesco Somma →