articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Pensioni ultima ora: “Quota 100 è una svolta” Riforma Fornero rivista

Pensioni ultima ora “Quota 100 è una svolta” Riforma Fornero rivista
Pensioni ultima ora: “Quota 100 è una svolta” Riforma Fornero rivista

Cambia la Riforma pensioni


Pensioni ultima ora: sono tre i binari su cui corre Quota 100. La data del 28 gennaio 2019 ha segnato sicuramente uno spartiacque con la pubblicazione del decreto n. 4/2019 in Gazzetta Ufficiale. I tre binari sono rappresentati dalla conversione in legge del decreto approvato al Senato e ora all’esame alla Camera. Dalle richieste che, come vedremo, continuano ad arrivare copiose all’Inps per l’accesso alla pensione dei lavoratori in possesso dei requisiti necessari. Il terzo binario è quello del dibattito pubblico che è sempre molto acceso tra favorevoli e contrari alle misure previdenziali del Governo Conte.

Pensioni ultima ora, numero di domande – aggiornamento Inps 12 marzo

Dopo aver dato notizia di alcune analisi sulle percentuali quantitative, diamo insieme uno sguardo ai dati comunicati dall’Inps. Stando alle comunicazioni ufficiali dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociali le domande per Quota 100 sono 89.521. L’aggiornamento è relativo alle ore 17 del 12 marzo 2019. Secondo quanto riporta il quotidiano Il Messaggero dalla Gestione pubblica sono arrivate 32.170 richieste, mentre dai lavoratori dipendenti 31.178.

Un altro elemento riportato associa il numero delle domande per Quota 100 rispetto alla provenienza da tre grandi città italiane. Ecco i numeri: prima Roma con 6.472 domande presentate. Seconda Napoli con 4.050 domande e terza Milano con 3.655 domande.

LO SPECIALE SULLE PENSIONI A QUESTO LINK

Pensioni ultima ora, Francesco Paolo Capone (UGL) promuove Quota 100 e l’azione del Governo

Ancora aperto come abbiamo detto il dibattito su Quota 100. Nelle ultime ore si è registrato l’intervento del segretario generale dell’UGL Francesco Paolo Capone peraltro reduce da un incontro con Luigi Di Maio, insieme ad altri rappresentanti sindacali.

Più che positivo il giudizio dell’UGL sull’operato dell’esecutivo: “Con la previsione di quota 100 il Governo ha cominciato a rivedere la legge Fornero, recependo le nostre proposte. Questa misura segna una svolta fondamentale nelle politiche di welfare nel nostro Paese, incentivando il ricambio generazionale nel mondo del lavoro”.

Il risultato di quanto promosso dall’esecutivo – sempre secondo Capone dell’UGL “è confermato dalle circa 100 mila domande presentate per accedere a quota 100. Dopo anni di tagli alle politiche sociali siamo soddisfatti del cambio di passo e valutiamo con attenzione gli effetti positivi e di crescita derivanti dai provvedimenti del Governo”.

Infine un passaggio su contrattazione collettiva e salario minimo: “l’obiettivo di tutelare il diritto del lavoratore a una retribuzione equa e dignitosa si realizza mediante il rafforzamento della contrattazione collettiva, prima ancora che con l’introduzione di un salario minimo”.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: mercoledì, 17 Aprile 2019