Sondaggi politici Ipsos: 60% italiani boccia il governo in economia

Pubblicato il 19 Marzo 2019 alle 09:47 Autore: Andrea Turco

Sondaggi politici. Il 57% degli italiani ritiene che il governo stia facendo poco o nulla per favorire la crescita economica secondo un sondaggio Ipsps

sondaggi politici ipsos
Sondaggi politici Ipsos: 60% italiani boccia il governo in economia

Il 57% degli italiani ritiene che il governo stia facendo poco o nulla per favorire la crescita economica del Paese. A sostenerlo è un sondaggio Ipsos per il Corriere della Sera.

Reddito di cittadinanza e Quota 100 sono già passato per la maggioranza dei cittadini che chiedono più lavoro e meno tasse. Non è un caso che Salvini sia tornato a battere il tasto su due temi a lui molto cari: l’avvio dei cantieri e la flat tax estesa a tutti e non solo alle partite Iva. Su quest’ultima misura c’è il niet del Movimento 5 Stelle. “La flat tax costa 60 miliardi di euro e il nostro Paese non se li può permettere, dunque è una promessa che non si può mantenere”, ha affermato la ministra per il Sud Barbara Lezzi ospite del programma “24 Mattino – Morgana e Merlino” su Radio 24 commentando l’annuncio fatto da Salvini.

Sondaggi politici Ipsos: per un italiano su due non c’è coesione all’interno del governo

Anche sullo sblocca cantieri il governo è diviso. E questa mancanza di coesione è avvertita dal 49% degli italiani. Il rischio di una rottura è sempre dietro l’angolo. Ma cosa sarebbe meglio per il nostro Paese? Andare a votare o continuare con questa maggioranza litigiosa? Il 40% degli intervistati non ha dubbi: bisogna proseguire così fino alla fine della legislatura. Il 23% chiede invece che si torni al voto subito dopo le Europee mentre il 15% preferirebbe andare alle urne tra qualche mese “solo dopo il sì definitivo ai principali provvedimenti alla finanziaria”.

La volontà degli italiani non si discosta più di tanto dalla realtà dei fatti. Il 44% è infatti convinto che il governo durerà fino alla fine della legislatura. Diminuisce al 17% la quota di chi prevede un divorzio dopo le europee mentre aumenta di poco la percentuale (17%) di chi crede ad un ritorno alle urne fra poco più di un mese.

Sondaggi politici Ipsos: gradimento ministri, Toninelli e Grillo a picco

Ipsos ha infine sondato il gradimento dei ministri del governo Conte, esclusi i due vicepremier che fanno storia a sè. Rispetto alla precedente rilevazione che risale allo scorso 18 luglio 2018, tutti i ministri vedono il gradimento nei loro confronti arretrare. Un calo definito da Ipsos come “fisiologico”. A perdere più consensi sono il ministro dei Trasporti, Danino Toninelli (-18%) e la collega alla Salute, Giulia Grillo (-14%).

Sondaggi politici Ipsos: nota metodologica

Allegata all’immagine.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

Per commentare su questo argomento clicca qui!

L'autore: Andrea Turco

Classe 1986, dopo alcune esperienze presso le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano approda a Termometro Politico.. Dal gennaio 2014 collabora con il portale d'informazione Smartweek. Su Twitter è @andreaturcomi
Tutti gli articoli di Andrea Turco →