02/05/2019

Ricetta veterinaria elettronica: requisiti, chi deve farla ed esenzione

autore: Guglielmo Sano
Ricetta veterinaria elettronica: requisiti, chi deve farla ed esenzione
Ricetta veterinaria elettronica: requisiti, chi deve farla ed esenzione

Come funziona la ricetta elettronica veterinaria


Pare essere finalmente tutto pronto per la ricetta elettronica veterinaria; dovrebbe essere stato superato anche l’ultimo scoglio che impediva alla Rev di diventare operativa: a circa metà dei veterinari iscritti all’Ordine professionale non erano stati assegnati i dati necessari ad accedere al sistema. Il problema risolto dall’ultimo decreto firmato al ministro della Sanità Giulia Grillo: dovrebbe essere pubblicato in Gazzetta entro marzo. In teoria, l’introduzione della ricetta elettronica veterinaria doveva scattare il primo gennaio 2019.

Ricetta veterinaria elettronica: risolto il problema delle credenziali

Il provvedimento contiene le modalità operative della Rev; in sostanza, ai medici veterinari adesso basterà richiedere le credenziali, quindi, il sistema le genererà in automatico per poi inviarle all’indirizzo mail dei sanitari. La ricetta elettronica veterinaria dovrà essere utilizzata per tutti i medicinali a uso animale con obbligo di ricetta (esclusi quelli con sostanza stupefacenti o psicotrope).

L’iniziativa porterà a dei passi avanti concreti in chiave trasparenza e tracciabilità; d’altra parte, ha assicurato in una nota pubblicata sul sito di Federfarma il Tesoriere Roberto Tobia, “la digitalizzazione renderà più semplice la vita al cittadino”. A quest’ultimo, basterà recarsi in farmacia con un apposito pin e il proprio codice fiscale per ricevere il medicinale di cui ha necessità.

Ricetta veterinaria elettronica: cosa viene sostituito?

Detto ciò, la Rev non sarà una semplice copia virtuale di una ricetta cartacea. Infatti, come si legge sul sito del Sistema Informativo Nazionale della Farmacosorveglianza: “non è la semplice trasposizione della ricetta cartacea in un «PDF», ma una modifica sostanziale del precedente modello organizzativo e operativo di gestione dei medicinali veterinari, attraverso la completa digitalizzazione della gestione della prescrizione e movimentazione dei medicinali veterinari”.

Dunque, la Ricetta Veterinaria Elettronica sostituisce integralmente: la ricetta rossa in triplice copia; la ricetta bianca non ripetibile; la ricetta bianca ripetibile; la prescrizione veterinaria di mangimi medicati o prodotti intermedi. Come si diceva prima, però, la Rev “non si applica ai medicinali veterinari autorizzati a essere immessi in commercio sul mercato italiano contenenti sostanze stupefacenti e psicotrope”.

SEGUI IL NUOVO TERMOMETRO QUOTIDIANO A QUESTO LINK.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]

Autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →