Giustificazioni visita fiscale Inps: i motivi di salute validi e le malattie

Pubblicato il 20 Marzo 2019 alle 08:37 Autore: Daniele Sforza

Giustificazioni visita fiscale Inps: quali malattie e condizioni di salute rientrano tra i motivi che possono determinare l’assenza dal lavoro? Rispondiamo.

Giustificazioni visita fiscale Inps
Giustificazioni visita fiscale Inps: i motivi di salute validi e le malattie

Spesso nei nostri articoli parliamo di visita fiscale Inps e, più in senso lato, di malattie che possono determinare l’assenza dal posto di lavoro giustificata. Va detto tuttavia che i dipendenti pubblici e privati non possono decidere autonomamente quando assentarsi dal lavoro. Occorre infatti una visita dal medico di base. Sarà poi quest’ultimo a determinare se la causa di assenza dal lavoro risulti legittima. Di conseguenza, un lavoratore assente per malattia è soggetto alla visita fiscale Inps, che ricordiamo può arrivare in determinate fasce orarie di reperibilità, differenti per dipendenti pubblici e privati, tutti i giorni, compresi festivi e weekend.

Giustificazioni visita fiscale Inps: quali sono i motivi validi per assentarsi dal lavoro?

Non esiste un elenco di malattie o motivi di salute per i quali ci si può assentare dal lavoro. Resta ben inteso che le condizioni di salute del lavoratore, se influenti sulla capacità di svolgere la propria attività lavorativa, diventano già motivi validi. Tuttavia la validità dovrà essere espressa dal medico di base, che tramite apposito certificato medico, redigerà lo stato di salute del lavoratore, includerà la prognosi, ovvero il tempo previsto di guarigione. E inoltrerà la documentazione all’Inps.

Giustificazioni visita fiscale Inps: le condizioni di salute e i malesseri

Chi ha un forte mal di testa, oppure un mal di pancia può far valere la propria condizione come motivo valido per assentarsi dal lavoro? Come abbiamo scritto sopra sarà il medico a decidere se la malattia di cui soffre il lavoratore sia tale da renderlo improduttivo, o comunque incapace di svolgere regolarmente la propria attività lavorativa. Dopotutto è possibile che il mal di testa sia semplicemente la conseguenza di un weekend “all’insegna dell’eccesso” e che possa passare con i necessari medicamenti. Oppure risulti essere un’emicrania tale da renderlo praticamente improduttivo al lavoro. Lo stesso motivo per il mal di pancia, dietro il quale può nascondersi un’influenza intestinale.

Giustificazioni visita fiscale Inps: motivi di salute certificati dal medico di base

Dietro ogni malessere, infatti, può esserci sempre lo spettro di una patologia più importante. Un malessere non curato adeguatamente potrebbe dunque portare ad aggravare le condizioni di salute del lavoratore, con effetti peggiorativi sull’attività lavorativa, ma anche sulla futura assenza dal lavoro. È sempre meglio dunque recarsi dal medico di base, se il malessere è tale da influire negativamente sul lavoro, per capire cosa si abbia e da cosa dipenda.

Giustificazioni visita fiscale Inps: la stanchezza

Uno dei motivi più difficilmente diagnosticabili riguarda la stanchezza. Questa può determinare normale affaticamento, magari dopo un intenso periodo di lavoro, oppure essere cronica e quindi rivelare una patologia da tenere maggiormente sotto controllo. Nel primo caso il lavoratore avrà bisogno solamente di riposo. Questo è concesso da un periodo obbligatorio per tutti i lavoratori dipendenti, che corrisponde alle ferie. In ogni contratto è previsto un minimo di ferie obbligatorio che il datore di lavoro ha diritto di corrispondere entro un termine prestabilito, altrimenti potrebbe incorrere in pesanti sanzioni. Le ferie consentiranno così al lavoratore di riprendere le energie necessarie e riposarsi.

In caso di stanchezza cronica o di frequente affaticamento, una visita dal medico è sempre preferibile. Proprio perché, come scritto sopra, potrebbe essere il sintomo di una patologia ben più grave. E in questo caso l’affaticamento potrebbe risultare una valida giustificazione per assentarsi dal lavoro causa malattia.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →