Pensioni ultima ora: Di Maio negli Usa “Quota 100 è opportunità”

Pubblicato il 29 Marzo 2019 alle 16:44 Autore: Giuseppe Spadaro

Pensioni ultima ora: durante la sua visita negli Usa Luigi Di Maio ha parlato di Quota 100 come di “opportunità per riformare la Pubblica Amministrazione”

Pensioni ultima ora Di Maio negli Usa “Quota 100 è opportunità”
Pensioni ultima ora: Di Maio negli Usa “Quota 100 è opportunità”

Pensioni ultima ora: gli effetti delle misure introdotte dal Governo Conte sono in queste settimane al centro del dibattito politico. Quota 100 e reddito di cittadinanza, introdotti dall’esecutivo, sono tra i provvedimenti con un maggior impatto sull’opinione pubblica, tra quelli approvati sinora.

Pensioni ultima ora, Di Maio su Quota 100 e Reddito di Cittadinanza

A difendere l’efficacia di Quota 100 e reddito di cittadinanza tra gli ultimi intervenuti è stato il capo politico del MoVimento 5 Stelle Luigi Di Maio. Nel corso della sua visita negli Stati Uniti è stato intervistato da Class CNBC a New York. Quando gli è stato fatto osservare che secondo le stime recentemente rese note da Confindustria le due misure non avranno impatto sulla crescita il vicepremier ha replicato presentando e motivando la sua opinione.

Pensioni ultima ora, perché secondo Di Maio Quota 100 genererà effetti positivi anche sulla crescita

Ecco la dichiarazione di Di Maio: “Quota 100 ci permetterà di pensionare una parte della Pubblica Amministrazione. E quindi lì dove vanno in pensione non bisogna rimpiazzare quelle persone con persone che facciano la stessa cosa”. Un turn over, quello che ha in mente il ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico con la finalità di rendere più efficiente la macchina pubblica.

LO SPECIALE SULLE PENSIONI A QUESTO LINK

Pensioni ultima ora, Di Maio:
“Quota 100 è la grande occasione per riformare la Pubblica Amministrazione”

Infatti poi Di Maio ha aggiunto: “Quota 100 è la grande occasione per riformare la Pubblica Amministrazione. Per rivedere alcune funzioni che non stanno rispondendo alle esigenze del mercato e delle imprese”. Poco dopo si è soffermato anche sull’altra misura chiave e cioè sul reddito di cittadinanza con cui – secondo lui – si darà impulso positivo alla domanda interna e si potranno formare lavoratori con competenze più rispondenti alle esigenze del mercato. In quest’ultimo caso il vantaggio può tradursi anche in maggiore interesse verso il nostro Paese da parte di investitori stranieri.

Certamente l’aspetto del ricambio generazionale sia nel settore pubblico che nel mercato privato è una delle incognite più grandi che si collegano a Quota 100. Sul punto ci sono già diverse stime. Rispetto alle previsioni del Governo, le stime diffuse sinora (dalla Fondazione dei consulenti del lavoro e presentata da Alberto Brambilla del Centro Studi Itinerari Previdenziali) sono molto meno incoraggianti.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Giuseppe Spadaro

Direttore Responsabile di Termometro Politico. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti (Tessera n. 149305) Nato a Barletta, mi sono laureato in Comunicazione Politica e Sociale presso l'Università degli Studi di Milano. Da sempre interessato ai temi sociali e politici ho trasformato la mia passione per la scrittura (e la lettura) nel mio mestiere che coltivo insieme all'amore per il mare e alla musica.
Tutti gli articoli di Giuseppe Spadaro →