articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Modello 730 precompilato 2019: pdf da scaricare o stampare. La guida

Modello 730 precompilato 2019: pdf da scaricare o stampare. La guida
Modello 730 precompilato 2019: pdf da scaricare o stampare. La guida

Pdf Modello 730 precompilato 2019


Il Modello 730 precompilato 2019 sarà disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate a partire da lunedì 15 aprile. La dichiarazione dei redditi 2018 servirà a lavoratori e pensionati e il modello precompilato contiene già diverse informazioni. Tra queste spiccano i dati contenuti nella CU inviata all’Agenzia delle Entrate dai sostituti d’imposta; nonché gli oneri deducibili o detraibili comunicati all’Agenzia delle Entrate, come ad esempio le spese sanitarie e i relativi rimborsi, i premi assicurativi, gli interessi passivi sui mutui, i contributi previdenziali, etc.

Quindi il modello contiene altre informazioni presenti nella dichiarazione dei redditi relativa all’anno precedente, come i dati dei terreni e dei fabbricati. Infine, tra le altre informazioni presenti figurato altri dati prelevati dall’Anagrafe Tributaria, come le informazioni presenti nelle banche dati immobiliari, i pagamenti e le compensazioni effettuate con il modello F24.

Modello 730 precompilato 2019: come è composto

Il modello 730 precompilato 2019 contiene dunque già delle informazioni, che a partire dal 2 maggio sarà possibile modificare, integrare o accettare così com’è. Le fonti utilizzate per la compilazione dei quadri sono riportate dall’Agenzia delle Entrate nella seguente tabella.

FrontespizioCertificazione Unica e Anagrafe tributaria
Prospetto dei familiari a caricoCertificazione Unica
Quadro A – Redditi dei terreniDichiarazione dei redditi dell’anno precedente e banche dati immobiliari
Quadro B – Redditi dei fabbricatiDichiarazione dei redditi dell’anno precedente e banche dati immobiliari e CU
Quadro C – Redditi di lavoro dipendente e assimilatiCertificazione Unica
Quadro D – Altri redditiCertificazione Unica
Quadro E – Oneri e speseComunicazioni oneri deducibili e detraibili, dichiarazione dei redditi dell’anno precedente e CU
Quadro F – Acconti, ritenute, eccedenze e altri datiCU, dichiarazione dei redditi dell’anno precedente e pagamento e compensazioni con F24
Quadro G – Crediti d’impostaDichiarazione dei redditi anno precedente e compensazioni con F24, nonché CU

Modello 730 precompilato 2019: come accedere

A partire dal 15 aprile i contribuenti potranno accedere al modello 730 precompilato nell’apposita sezione e accedendo con le proprie credenziali. L’accesso a tale azioni è infatti vincolato dal possesso del Codice PIN, che può essere richiesto online presso il sito dell’Agenzia delle Entrate o recandosi fisicamente a un ufficio preposto.

In alternativa sarà possibile accedere anche tramite Identità SPID, credenziali Inps, o CNS (Carta Nazionale dei Servizi).

Una volta effettuato l’accesso sarà possibile visualizzare:

  • Modello 730 precompilato;
  • Prospetto con indicazione sintetica dei redditi e delle spese presenti nel 730 precompilato e principali fonti utilizzate per l’elaborazione della dichiarazione. Sotto tale aspetto s’informa che se le informazioni che l’Agenzia delle Entrate possiede risultano incomplete, queste non vengono inserite direttamente nella dichiarazione, ma proprio nel prospetto. Ciò al fine di dare la possibilità al contribuente di verificarle e indicarle eventualmente nel 730 precompilato.
  • Esito della liquidazione. Ovvero, “il rimborso che sarà erogato dal sostituto d’imposta e/o le somme che saranno trattenute in busta paga”;
  • Modello 730-3 con il dettaglio dei risultati della liquidazione.

Modello 730 precompilato 2019: quando e come si presenta

Il modello 730 precompilato 2019 dovrà essere presentato rispettando le seguenti scadenze.

  • 7 luglio: presentazione al sostituto d’imposta;
  • 23 luglio: presentazione diretta all’Agenzia delle Entrate o al Caf/professionista.

In caso di presentazione diretta, il contribuente potrà operare online sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate. Qui dovrà seguire questa procedura:

  • Indicare i dati del sostituto d’imposta che effettuerà il conguaglio;
  • Compilare la scheda per la scelta della destinazione dell’8, del 5 e del 2 per mille dell’Irpef, anche in caso di scelta non espressa;
  • Verificare che i dati presenti nel 730 precompilato siano corretti.

In alternativa il modello 730 precompilato potrà essere presentato:

  • Al proprio sostituto d’imposta, se quest’ultimo ha comunicato entro il 15 gennaio di prestare assistenza fiscale;
  • A un Caf-dipendenti o a un professionista abilitato.

In ogni caso il contribuente sarà tenuto a presentare ai soggetti sopraccitati una delega per accedere al proprio 730 precompilato.

Modello 730 2019 ordinario: istruzioni

Il contribuente ha comunque facoltà di compilare il modello 730 ordinario, ovvero non precompilato. Chi ha percepito altri redditi non dichiarabili nel 730 (come ad esempio i redditi d’impresa) non può usare il modello precompilato, ma dovrà presentare la dichiarazione tramite il modello Redditi. Chi invece non è in possesso della CU dovrà utilizzare il modello 730 Ordinario o il modello Redditi, laddove possibile.

Il modello 730 2019 ordinario (non precompilato) può essere presentato:

  • Al sostituto d’imposta che presta assistenza fiscale;
  • Al Caf;
  • Infine, al professionista abilitato.

Il modello 730 ordinario si presenta entro il 7 luglio al proprio sostituto d’imposta, oppure entro il 23 luglio al Caf/professionista abilitato. Le scadenze restano dunque le stesse rispetto a quanto descritto in precedenza. Il modello consegnato al sostituto d’imposta dovrà essere già compilato.

Modello 730 2019: la bozza in pdf scaricabile

In conclusione, vi lasciamo di seguito il modello 730 2019 riferito ai redditi 2018 in questo documento pdf scaricabile e stampabile.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: mercoledì, 17 Aprile 2019