Reddito di cittadinanza: risparmi oltre il miliardo, parla Pasquale Tridico

Pubblicato il 2 Maggio 2019 alle 19:58 Autore: Giuseppe Spadaro

Reddito di cittadinanza: per il Presidente dell’Inps Tridico si renderanno disponibili risorse come differenza tra soldi stanziati ed effettivamente spesi.

Reddito di cittadinanza importo medio è 400-450 euro, parla Tridico
Reddito di cittadinanza: risparmi oltre il miliardo, parla Pasquale Tridico

L’Inps sta puntualmente dando conto delle richieste, ricevute e accolte, delle due misure chiave contenute nel decreto legge n. 4/2019. Ovvero quello che comprende Quota 100, sul fronte previdenziale, e Reddito di Cittadinanza cioè la misura di contrasto alla povertà.

Reddito di cittadinanza, l’importanza di numeri e adesioni di Quota 100 e RdC

Due misure molto dibattute visto che entrambe hanno rappresentato per le forze politiche oggi al governo un punto cardine dei rispettivi programmi elettorali. Mentre il successo delle stesse azioni si misura anche in base al numero di persone che hanno avuto accesso alle opportunità introdotte dall’esecutivo. E c’è un altro argomento che entra di diritto nel dibattito pubblico. L’eventuale impiego di risorse che dovessero rendersi disponibili come differenza tra i soldi stanziati per Quota 100 e reddito di cittadinanza ed effettivamente utilizzati.

Reddito di cittadinanza, l’importanza di numeri e adesioni di Quota 100 e RdC

In tal senso vanno nella direzione della massima chiarezza le parole del successore di Boeri alla guida dell’Inps. Infatti sulla base di quanto dichiarato a Porta a Porta dall’economista Pasquale Tridico, scelto dal Governo Conte, come Presidente dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale ci saranno risorse disponibili.

“Al primo mese le domande per il Reddito di cittadinanza erano 800 mila. Si arriverà a 1,3 milioni, ci arriveremo entro l’anno. C’è un tasso di rifiuto del 20-25% ma ci sarà un risparmio di 800 milioni, al massimo un miliardo”. E i numeri di Quota 100? Ecco la risposta del numero 1 dell’Inps: “abbiamo avuto 123 mila domande nel primo trimestre; è presto per fare dei conti io ritengo si arrivi a 290 mila domande, che è quanto previsto per il primo anno”. C’è poi il tema dell’importo medio del RdC di cui abbiamo parlato in questo nostro articolo.

Reddito di cittadinanza, Tridico (Inps): i poveri si fa anche fatica a rintracciarli

Nel corso dello stesso intervento Tridico ha amesso: “I poveri si fa anche fatica a rintracciarli”. “Nel peggiore dei casi i poveri non sanno cosa è l’Isee o il Caf. L’Inps farà un progetto, L’Inps per tutti, scendendo tra la gente con gazebo, nelle piazze e nelle mense per i poveri, nella stazione Termini a Roma, alla Caritas, a Napoli. Stiamo facendo accordi con i comuni, dove i senzatetto, con residenze fittizie, possono essere registrati. L’Inps riceverà le domande evitando ai poveri la barriera architettonica burocratica”. Un passo in avanti importante con cui evidentemente di prende atto di una difficoltà ad individuare realmente le persone più in difficoltà. E l’annuncio di una iniziativa proprio per andare incontro a chi, pur avendo magari maggiore bisogno di assistenza, è ancora troppo difficile da raggiungere da parte dello Stato se non completamente invisibile.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Giuseppe Spadaro

Direttore Responsabile di Termometro Politico. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti (Tessera n. 149305) Nato a Barletta, mi sono laureato in Comunicazione Politica e Sociale presso l'Università degli Studi di Milano. Da sempre interessato ai temi sociali e politici ho trasformato la mia passione per la scrittura (e la lettura) nel mio mestiere che coltivo insieme all'amore per il mare e alla musica.
Tutti gli articoli di Giuseppe Spadaro →