Busta paga e stipendio italiani: quanto guadagnano per tipologia di lavoro

Pubblicato il 6 Maggio 2019 alle 13:12 Autore: Guglielmo Sano

Busta paga: ecco cosa dicono i dati di alcuni rinomati osservatori sull’andamento degli stipendi dei lavoratori dipendenti italiani

Busta paga e stipendio italiani: quanto guadagnano per tipologia di lavoro
Busta paga e stipendio italiani: quanto guadagnano per tipologia di lavoro

Ecco cosa dicono i dati di alcuni rinomati osservatori sull’andamento degli stipendi dei lavoratori dipendenti italiani.

Stipendio medio Italia: dipendenti pubblici e privati, ecco le cifre

Busta paga e stipendio italiani: gap tra Nord e Sud, uomini, donne e laureati

Secondo l’ultimo rapporto di OD& M Consulting (Gi Group), se la passano meglio di tutti gli altri lavoratori i dirigenti di banca che percepiscono uno stipendio lordo di quasi 158mila euro a fronte di una media nazionale di 130.679 euro. Dando uno sguardo ai vari settori, è quello farmaceutico il più redditizio sia per i quadri che per gli impiegati e gli operai.

Nei dati dell’osservatorio poi appare chiaramente il divario tra Nord e Sud del paese. Infatti, se nelle regioni del Centro le retribuzioni, in sostanza, tengono il passo rispetto a quelle settentrionali, a mano a mano che si scende lungo lo stivale il differenziale diventa sempre più ampio tanto che lo scarto tra lo stipendio di un impiegato al Nord e di un impiegato al Sud arriva a toccare quota 9%.

Stando sempre ai dati diffusi da Gi Group, inoltre, si mantiene la differenza tra gli stipendi degli uomini e quelli delle donne, con i primi a prendere più delle seconde, anche se a livello dirigenziale il gap si è ridotto – ora al 4,2%; da segnalare che nel settore delle risorse umane gli stipendi di dipendenti uomini e dipendenti donne corrono alla stessa velocità. Da considerare anche la differenza di stipendio tra laureati di facoltà tecnico-scientifiche e laureati di facoltà umanistiche: se un ingegnere percepisce uno stipendio di quasi 29mila euro l’anno, un laureato in lettere supera di poco i 21mila.

Stipendio medio Italia: città e regioni, ecco chi guadagna di più

Busta paga e stipendio italiani: la media per qualifica professionale

Il Salary Outlook 2019 di Job Pricing rileva come nel 2018 le retribuzioni dei lavoratori dipendenti non solo non si sono adeguate all’aumento del costo della vita ma sono addirittura diminuite – anche se leggermente (-0,3%) – rispetto al 2017. Praticamente, nel 2018 lo stipendio medio in Italia era di 1.570 euro netti, nel 2017 era di 1.570 euro. Considerando le 13 mensilità annue, si può dire che in media un operaio percepisce uno stipendio mensile netto di 1.470 euro, un impiegato 1.679 euro, un quadro 2.629 euro e un dirigente 4.512 euro.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →