Pubblicato il 09/05/2019

Influenza maggio 2019: sintomi con o senza febbre e come curarla

autore: Daniele Sforza
Influenza maggio 2019
Influenza maggio 2019: sintomi con o senza febbre e come curarla

Influenza a maggio 2019, strana come la neve che cade nello stesso mese. Ma effettivamente la neve è caduta in più parti d’Italia, e così, allo stesso tempo, in molti sono stati costretti a letto per colpa dell’influenza. Colpa dello sbalzo di temperature e del tempo certamente più autunnale che primaverile. A inizio aprile la stagione influenzale è infatti terminata, con 8,1 milioni di italiani a letto a partire dall’inizio del periodo influenzale (80 mila unità si sono registrate nelle ultime settimane di aprile). Va comunque precisato che l’influenza di maggio non è certamente paragonabile a quella della stagione fredda. Nonostante le differenze con l’influenza invernale, tuttavia, anche l’influenza della mezza stagione colpisce di più i soggetti a rischio, ovvero bambini e anziani.

Influenza maggio 2019: quali sono i sintomi

I sintomi dell’influenza che sta colpendo diversi soggetti a maggio 2019 sono quelli classici: la temperatura alta, anche di poco sopra i 38 gradi, ma generalmente non elevatissima. Dolori muscolari e alle ossa, oltre che alla testa. Senso di stanchezza, raffreddore, tosse e mal di gola sono gli altri sintomi più comuni. Nell’influenza di mezza stagione, tuttavia, tali sintomi sembrano essere nella maggior parte dei casi meno pronunciati e anche la durata del malessere risulta inferiore a quella dell’influenza invernale, visto che può sparire nel corso di 3-4 giorni.

Influenza maggio 2019: i rimedi per curarla

Nonostante la poca aggressività, l’influenza di maggio 2019 registra le stesse casistiche di contagio, dovute prevalentemente al contatto con i liquidi del soggetto malato. Per questo motivo le precauzioni da prendere sono quelle che di solito vengono messe in risalto nei “bollettini medici” diffusi da stampa, telegiornali e media in generale durante la stagione fredda. Pertanto, ecco alcuni accorgimenti e consigli preferibilmente da seguire.

  • Lavarsi le mani di frequente;
  • Evitare posti chiusi e affollati;
  • Evitare contatti con persone malate, se possibile;
  • Vestirsi a strati;
  • Curare un’alimentazione adeguata (frutta, verdura e bere molta acqua, tè o tisane);
  • Stare il più possibile a riposo.

In ogni caso, se l’attacco febbrile non è eccessivo, è preferibile non assumere antibiotici, a meno che non siano prescritti dal medico curante. Ci si può aiutare con del paracetamolo (commercialmente noto come Tachipirina) per abbassare la temperatura, o aiutarsi con degli spray nasali qualora abbiamo il naso otturato, e via dicendo. È sempre meglio consultare il medico prima di prendere qualsiasi cosa, ricordando che se si contrae l’influenza in questa stagione, bisognerà avere un po’ di pazienza e aspettare qualche giorno prima di sentirsi meglio.

SEGUI IL NUOVO TERMOMETRO QUOTIDIANO A QUESTO LINK.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]

Autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →