Assegni familiari Inps: domanda online lavoratori dipendenti, le istruzioni

Pubblicato il 10 Maggio 2019 alle 10:45 Autore: Daniele Sforza

Importanti novità sul tema degli assegni familiari Inps e sulla domanda da presentare online dai lavoratori dipendenti. Le istruzioni dell’Istituto.

Assegni familiari Inps domanda online
Assegni familiari Inps: domanda online lavoratori dipendenti, le istruzioni

Novità importanti sul fronte degli assegni familiari Inps, con le istruzioni sulla domanda online dei lavoratori dipendente elencate nel messaggio n. 1777 dell’8 maggio 2019. La comunicazione ha come oggetto le nuove modalità di presentazione della domanda di Assegno per il nucleo familiare per i lavoratori dipendenti di aziende attive del settore privato non agricolo, nonché le modalità di gestione della domanda e istruzioni per i datori di lavoro.

Assegni familiari Inps: domanda telematica all’Inps

L’Inps fa riferimento alla circolare n. 45 del 22 marzo 2019, che forniva le indicazioni legate alle nuove modalità di presentazione della domanda di Anf per i dipendenti di aziende del settore privato non agricolo. L’Istituto ricorda che a partire dal 1° aprile 2019 le domande per la prestazione familiare devono essere presentate direttamente all’Inps, esclusivamente in modalità telematica. Con il messaggio n. 1430 del 5 aprile 2019 sono stati forniti chiarimenti legati alla presentazione della domanda. A fare eccezione sono le richieste di prestazione familiare da parte degli OTI (operai agricoli a tempo indeterminato) che useranno la modalità di presentazione della domanda cartacea al proprio datore di lavoro con il modello ANF/DIP (codice SR16), che si trova sul sito dell’Inps.

In merito agli impiegati del settore agricolo sono in vigore nuove disposizioni. “Ai fini della corresponsione dell’ANF sono inquadrati nel settore non agricolo anche i soci lavoratori delle imprese cooperative che trasformano, manipolano e commercializzano prodotti agricoli e zootecnici”. Infine, fino a quando non saranno pubblicati i nuovi livelli reddituali, comunicati annualmente dall’Inps tramite apposita circolare, si potranno inoltrare le domande di ANF esclusivamente per il periodo di riferimento della circolare o per periodi pregressi.

Assegni familiari Inps: istruzioni operative sulla domanda online

Le domande presentate al datore di lavoro fino al 31 marzo 2019 con il modello ANF/DIP, con periodo di riferimento compreso tra il 1° luglio 2018 e il 30 giugno 2019, devono essere gestite dai datori di lavoro. L’Istituto di previdenza informa che la nuova procedura ANF/DIP “permette il calcolo degli importi giornalieri e mensili teoricamente spettanti al richiedente in riferimento alla tipologia, al numero dei componenti e al reddito complessivo del nucleo familiare nel periodo di riferimento per la prestazione richiesta”. Il cittadino potrà visualizzare l’esito della domanda presentate, nonché gli importi giornalieri e mensili massimi spettanti accedendo alla sezione Consultazione domanda nell’area riservata Inps sul portale accedendo con le proprie credenziali.

L’esito sarà visibile anche ai Patronati che avranno inviato le domande di ANF all’Inps. Infine, il lavoratore dovrà comunicare l’esito positivo della richiesta al proprio datore di lavoro. Quest’ultimo avrà accesso ai dati per l’erogazione e il conguaglio degli assegni tramite apposita applicazione. Nel caso in cui dovesse cambiare la composizione del nucleo familiare, il lavoratore richiedente dovrà presentare all’Inps per via telematica una domanda di variazione per il periodo di riferimento sempre tramite la procedura ANF DIP.

Assegni familiari 2019: istruzioni per la compilazione del flusso Uniemens

L’Inps dedica un capitolo anche alle istruzioni per la compilazione del flusso Uniemens. I flussi fino alla denuncia contributiva di competenza del mese di giugno 2019 dovranno essere trasmessi con le attuali modalità, prevedendo la compilazione delle due sezioni GestioneANF e ANF e includendo le informazioni sui conguagli degli ANF sulla corresponsione degli stessi, nel formato e nelle modalità descritte nel documento tecnico Uniemens. Invece, a partire dare dalla dichiarazione contributiva di luglio 2019, è stato istituito nel flusso Uniemens (sezione DenunciaIndividuale di PosContributiva del flusso Uniemens aziende con dipendenti) un nuovo elemento volto ad associare a ciascun codice conguaglio ANF il periodo di riferimento e l’identificativo della relativa domanda.

Quindi l’Istituto informa che per conguagliare gli assegni familiari anticipati ai lavoratori i datori di lavoro dovranno compilare il nuovo elemento “InfoAggCausaliContrib” valorizzando i campi che andiamo a elencare.

  • Nell’elemento CodiceCausale inserire uno dei seguenti valori:
    • 0035 – ANF assegni correnti;
    • L036 – Recupero assegni nucleo familiare arretrati;
    • H301 – Assegni nucleo familiare e lavoratori assistiti per Tbc;
  • Nell’elemento IdentiMotivoUtilizzoCausale bisognerà inserire il codice fiscale del soggetto che richiede la prestazione ANF;
  • Elemento AnnoMeseRif bisognerà inserire il periodo a cui si riferisce il conguaglio ANF;
  • Elemento ImportoAnnoMeseRif bisognerà indicare l’importo del conguaglio.

Assegni familiari Inps: messaggio n. 1777 in pdf

Per consultare integralmente il messaggio Inps n. 1777 dell’8 maggio 2019, con tutte le istruzioni procedurali del caso, vi invitiamo a selezionare questo pdf scaricabile.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →