Giro d’Italia: Roglic e Ackermann protagonisti della prima settimana

Pubblicato il 20 Maggio 2019 alle 21:05 Autore: Cesare Fabrizi

Si è conclusa oggi la prima settimana del Giro d’Italia. A trionfare nella tappa a cronometro di San Marino è stato Primoz Roglic

Giro d'Italia Roglic e Ackermann protagonisti della prima settimana
Giro d’Italia: Roglic e Ackermann protagonisti della prima settimana

Si è conclusa oggi la prima settimana del Giro d’Italia. A trionfare nella tappa a cronometro di San Marino è stato Primoz Roglic, che incrementa così il suo vantaggio sui diretti avversari e si issa alla seconda posizione della classifica generale, dietro solo a Valerio Conti, che oggi ha gestito il suo vantaggio sugli immediati inseguitori.

LEGGI ANCHE: Montepremi giro d’Italia 2019: premio vincitore maglia rosa e tappe

Ciclismo: lo strapotere di Roglic

Lo sloveno della Jumbo-Visma sta vivendo una stagione magica. Dopo aver già conquistato tutte e tre le corse a tappe a cui ha partecipato, a questo Giro d’Italia si trova in seconda posizione, ma nettamente primo fra i pretendenti alla maglia rosa, e con giià due tappe vinte. Anche oggi, nella cronometro di San Marino, ha inflitto distacchi abissali ai suoi avversari. Hanno perso più di 3′ Miguel Angel Lopez, Simon Yates e Mikel Landa, incappati in una giornata molto negativa. Bene invece Vincenzo Nibali, in 4° posizione e che perde “solo” 1’05” da Roglic e adesso si trova in 11° posizione nella generale, ma secondo fra i favoriti alla vittoria finale.

Sfortunato Campenaerts, secondo per 11” e vittima di un cambio bici nel finale mal eseguito e che gli ha fatto perdere una probabile vittoria.

Impressionante come Roglic abbia approcciato la salita conclusiva: sotto la pioggia, con la strada in ascesa, lo sloveno è rimasto in posizione aerodinamica e anche nelle curve non ha mai rallentato.

Giro d’Italia: la prima settimana

Non c’è molto da dire sulla prima settimana di questo Giro d’Italia edizione numero 102. Abbiamo già parlato dell’incredibile forza di Roglic a cronometro. Le volate se le sono spartite Gaviria, Ewan e soprattutto Ackermann, che ne ha vinte ben 2; deludente e sfortunato Elia Viviani, ancora a secco di vittorie, che però se ne è vista annullare una a causa di una scorrettezza avvenuta negli ultimi metri. Da sottolineare il successo al termine di una lunga fuga di Pello Bilbao nella tappa dell’Aquila.

La maglia rosa attuale, Valerio Conti, ha la prima posizione nella generale grazie a una fuga che lo ha visto arrivare secondo nella 6° tappa, dietro a Fausto Masnada, grazie alla quale ha guadagnato diversi minuti sul gruppo principale. Degli uomini di classifica, a parte Roglic, da segnalare la vittoria nella 4° tappa di Richard Carapaz, con un’azione da finisseur negli ultimi metri, questi ultimi leggermente in salita.

Questa prima settimana di corsa è stata caratterizzata da pioggia, freddo e da medie orarie altissime.

Giro d’Italia: la 2° settimana

Dopo il giorno di riposo di domani, martedì e mercoledì ci saranno altre due volate. Poi inizierà il vero Giro d’Italia: giovedì la Cuneo Pinerolo, con il Colle Montoso a 32 kilometri dal traguardo. Poi i due arrivi in salita di Ceresole Reale e Saint-Vincent. Dopo queste tre tappe avremo delle informazioni su chi potrà davvero vincerlo questo Giro, o almeno su chi non potrà.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it