Rivalutazione pensioni giugno 2019 e perequazione. La circolare Inps

Pubblicato il 21 Maggio 2019 alle 19:19 Autore: Giuseppe Spadaro

Rivalutazione pensioni giugno 2019 e perequazione. Tutte le novità compresi i tagli ad assegni d’oro nel messaggio Inps contenente le indicazioni utili.

Rivalutazione pensioni giugno 2019 e perequazione. La circolare Inps

Come annunciato in questo nostro articolo il cedolino di giugno 2019 per i pensionati sarà quello in cui saranno introdotte alcune novità. Lo stesso sarà oggetto di conguaglio per le cifre erogate in più nei primi mesi dell’anno. Parliamo sia della rivalutazione delle pensioni che dei tagli alle cosiddette pensioni d’oro. Partiamo da queste ultime. Ricordando prima che “a decorrere dal 1° gennaio 2019 e per la durata di 5 anni, i trattamenti pensionistici diretti complessivamente eccedenti l’importo di 100.000 euro lordi su base annua sono ridotti di un’aliquota percentuale in proporzione agli importi dei trattamenti pensionistici”.

Rivalutazione pensioni 2019, riduzione trattamenti pensionistici

Il messaggio n. 1926 dell’Inps ha per oggetto la comunicazione della applicazione della riduzione dei trattamenti pensionistici di importo complessivamente superiore a 100.000 euro su base annua a partire da giugno 2019.

Sulla rata di giugno ci sarà la riduzione dei trattamenti pensionistici. Il messaggio specifica che l’Inps ha provveduto a calcolare la riduzione mensile, ripartirla in misura proporzionale sui trattamenti assoggettati. Sulla stessa rata di giugno è stato calcolato il conguaglio per il periodo gennaio-maggio ovvero, per i trattamenti con decorrenza nell’anno 2019, dalla data di decorrenza fino al 31 maggio 2019.

Recupero delle somme erogate in più in tre rate: giugno, luglio, agosto 2019

Le somme in più saranno recuperate in tre rate. Per la precisione il recupero avverrà nei mesi di giugno, luglio e agosto 2019. L’Inps ha ridotto l’imponibile fiscale dei trattamenti, su base mensile e annua.

Le procedure di prima liquidazione e ricostituzione sono state aggiornate per l’applicazione della riduzione in oggetto.

Rivalutazione pensioni: nello stesso messaggio si fa riferimento anche al conguaglio di perequazione per l’anno 2019. Ricordiamo che da aprile le pensioni sono calcolate in maniera corretta e aggiornate secondo le norme vigenti. Ma a giugno 2019 sarà recuperata la differenza relativa al periodo gennaio-marzo 2019.

Tutte le voci delle singole trattenute, è scritto nel messaggio Inps, sono esposte in maniera analitica e con descrizione dedicata anche le voci relative alle trattenute sopra descritte. Infine sul cedolino di giugno 2019 viene riportata la modalità di calcolo della riduzione delle pensioni di importo elevato.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Giuseppe Spadaro

Direttore Responsabile di Termometro Politico. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti (Tessera n. 149305) Nato a Barletta, mi sono laureato in Comunicazione Politica e Sociale presso l'Università degli Studi di Milano. Da sempre interessato ai temi sociali e politici ho trasformato la mia passione per la scrittura (e la lettura) nel mio mestiere che coltivo insieme all'amore per il mare e alla musica.
Tutti gli articoli di Giuseppe Spadaro →