Pensioni ultime notizie: Quota 100, Durigon “nessuna corsia preferenziale”

Pubblicato il 24 Maggio 2019 alle 08:07 Autore: Daniele Sforza

Sulle pensioni ultime notizie riportano le parole di Claudio Durigon, che rassicura sul lavoro dell’Inps e smentisce la corsia preferenziale per Quota 100.

Pensioni ultime notizie: Quota 100 Durigon
Pensioni ultime notizie: Quota 100, Durigon “nessuna corsia preferenziale”

Nessuna corsia preferenziale per Quota 100. A garantirlo è il sottosegretario al ministero del Lavoro Claudio Durigon, il quale ha smentito la sussistenza di una via prioritaria per la nuova misura di prepensionamento. Sul tema pensioni ultime notizie riguardano infatti i lavori dell’Inps, accusato spesso di preferire la neonata Quota 100 a tutte le altre pratiche, con conseguente ritardo di queste ultime.

Pensioni ultime notizie: “Inps lavora a tutte le pratiche”

Sul tema il sottosegretario leghista è stato chiaro. In un’intervista alla trasmissione Circo Massimo su Radio Capital, Durigon ha riportato quanto dettogli dal Direttore Generale dell’Istituto di previdenza Di Michele. La quale gli ha assicurato che l’Inps sta “lavorando tutte le pratiche in maniera equa” e che “non c’è una corsia preferenziale per Quota 100”.

Pensioni ultime notizie: l’opzione Quota 100

Il deputato leghista ha poi parlato anche dei risparmi, che così come deriveranno dal reddito di cittadinanza, allo stesso modo sono previsti anche per Quota 100. “Quando si fanno azioni del genere, la Ragioneria e l’Inps devono quantificare e trovare la copertura del 100% delle platee che sono definite”. Quota 100 è invece un’opzione di prepensionamento, ovvero “ognuno può scegliere in base alle sue esigenze personali se andare o meno in pensione”.

Pensioni ultime notizie: un po’ di numeri su Quota 100

Infine, un po’ di numeri. A oggi sono state presentate circa 136 mila domande per Quota 100 e poco meno di 20 mila per Opzione Donna. Le previsioni parlavano di 290 mila domande nel 2019. “Siamo a maggio e quindi siamo in linea”, sottolinea Durigon. Che ammette anche di non sapere se alla fine si arriverà a 290 mila, ma quella “è la copertura massima”. Il livello domanda si attesterà al 70-80%, ma le coperture sono messe al 100%, “quindi dei risparmi ci saranno, non tanto quest’anno ma alla fine del triennio”. Risparmi che torneranno così in Ragioneria, andando “nel calderone della riduzione del debito”.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →