Quando finisce la primavera 2019 e differenza tra solstizio ed equinozio

Pubblicato il 20 Giugno 2019 alle 13:19 Autore: Guglielmo Sano

Quando finisce la primavera? Quest’anno il solstizio d’estate si verificherà alle 17 e 54, ora italiana, di venerdì 21 giugno

Quando finisce la primavera
Quando finisce la primavera 2019 e differenza tra solstizio ed equinozio

La primavera nel 2019 è cominciata alle 22 e 58 di mercoledì 20 marzo, quindi, prima rispetto alla data convenzionale. Infatti, il giorno esatto dell’equinozio di primavera dipende dal moto di rivoluzione della Terra: è avvenuto il 21 marzo l’ultima volta nel 2007 e prima nel 2003, d’altra parte, fino al 2102 cadrà o il 20 o il 19 marzo,

Quando finisce la primavera: cos’è l’equinozio?

Si parla di equinozio quando il Sole è esattamente allo zenit dell’Equatore della terra, cioè nel momento in cui il Sole è precisamente sopra la linea dell’Equatore. In occasione dell’equinozio di primavera e di autunno il giorno e la notte hanno la stessa durata (anche se la luce, per via dell’interazione con l’atmosfera terrestre, sembra durare di più). Proprio da questo aspetto prende il significato il termine “equinozio”: proviene dall’unione delle parole latine “aequus” uguale e “nox” notte. Dopo l’equinozio di primavera il giorno comincia a durare di più fino al solstizio d’estate.

Quando finisce la primavera 2019 e differenza tra solstizio ed equinozio

Solstizio d’estate alle 17 e 54 del 21 giugno 2019

Quest’anno il solstizio d’estate si verificherà nell’emisfero boreale alle 15.54 dell’orario universale di venerdì 21 giugno: in Italia le lancette segneranno le 17 e 54. Durante gli equinozi, il piano dell’equatore celeste ossia la proiezione della linea dell’Equatore sulla sfera celeste e quello dell’eclittica, in pratica il percorso che apparentemente il Sole compie nel cielo, si intersecano. Invece, al solstizio il piano dell’Equatore e quello dell’eclittica sono alla loro distanza massima (nel caso di quello estivo) o alla loro distanza minima (nel caso del solstizio di inverno). Per questo i solstizi sono i giorni dell’anno con il maggior numero di ore di luce (solstizio d’estate) e con il maggior numero di ore di buio (solstizio d’inverno).

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →