23/07/2019

Scontro Salvini-Toninelli su cantieri e Ong “troppe opere bloccate”

autore: Alessandro Faggiano
Scontro Salvini-Toninelli su cantieri e Ong "troppe opere bloccate"
Scontro Salvini-Toninelli su cantieri e Ong “troppe opere bloccate”

Alta tensione tra Salvini e Toninelli. Un duo ormai ben noto per la scarsa stima reciproca e i continui attacchi rivolti all’alleato di governo. Motivo dell’ultimo scontro – l’ennesimo – riguarda l’allontanamento dell’ingegnere Pierluigi Coppola, uno degli esperti della commissione per l’analisi costi-benefici sul TAV. L’ingegner Coppola sosteneva la realizzazione dell’opera e andava contro la tendenza generale. L’allontanamento di Coppola sarebbe legato – stando alla versione del ministero -, all’aver accettato interviste senza autorizzazione, incentrate proprio sul dossier per l’alta velocità tra Torino e Lione.

Lo scontro Salvini-Toninelli sulla tav è emblematico

Le divergenze sull’alta velocità e, in generale, sulle grandi opere, sono tra le principali fonti di contrasto tra Lega e Movimento 5 Stelle. Se la Lega è compatta attorno al tema – proponendo un rilancio dell’economia investendo fortemente sulle infrastrutture, indipendentemente dalle valutazioni dell’impatto ambientale -, i pentastellati si mostrano spaccati. Sulle grandi opere, Di Maio dovrà svolgere un ruolo da mediatore e ascoltare le istanze dei gruppi che hanno maggiormente sostenuto la battaglia contro le grandi opere (in primis, il tav).

Salvini: “nemmeno un minuto in più al governo con chi dice di no a tutto”

Matteo Salvini ha preso la palla al balzo e ha attaccato il ministro Toninelli in un recente comizio. L’inquilino del Viminale ha così parlato; “non voglio stare più nemmeno un minuto al governo con chi dice di no a tutto. L’Italia tutta ha bisogno di sì.” Le accuse del leader del carroccio vengono raccolte e rigettate immediatamente al mittente. Danilo Toninelli ha ironizzato: “se io sono il ministro che blocca i cantieri, è come dire a Salvini che è il ministro che non blocca le Ong.” Da Caltanisetta, il ministro per le Infrastrutture e i Trasporti ha voluto sottolineare il lavoro compiuto negli ultimi tempi. “Vengo dall’inaugurazione di un cantiere del Tribunale di Caltanissetta che cadeva a pezzi e grazie all’indirizzo politico e all’operatività del provveditorato ai Lavori pubblici, sta riaprendo dopo anni di nulla.”

SEGUI IL NUOVO TERMOMETRO QUOTIDIANO A QUESTO LINK.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]

Autore: Alessandro Faggiano

Caporedattore di Termometro Sportivo e Termometro Quotidiano. Analista politico e politologo. Laureato in Relazioni Internazionali presso l'Università degli studi di Salerno e con un master in analisi politica conseguito presso l'Universidad Complutense de Madrid (UCM).
Tutti gli articoli di Alessandro Faggiano →