Pubblicato il 13/09/2019 Ultimo aggiornamento: 14 Settembre 2019 alle 18:04

Sondaggi elettorali EMG, Movimento 5 Stelle sempre sotto il 20%

autore: Gianni Balduzzi
Sondaggi elettorali EMG, Movimento 5 Stelle sempre sotto il 20%

Anche per Emg, come per altri istituti, il governo Conte bis parte piuttosto impopolare tra gli elettori.

Secondo l’istituto diretto da Masia solo il 30% degli italiani avrebbe fiducia nella nuova maggioranza: di cui il 6% ne avrebbe molta e il 24% abbastanza.

Il 22% degli intervistati ha poca fiducia, e il 26% non ha nessuna fiducia. Nel complesso il 48% degli elettori avrebbe giudizi negativi.

sondaggi elettorali

D’altronde solo per il 17% il governo è destinato ad arrivare alla fine della legislatura. Per il 40% durerà fino a primavera.

Tuttavia la gran parte, il 43%, non ha proprio idea di quanto potrà andare avanti l’esecutivo appena varato.

sondaggi elettorali

L’unico elemento della nuova maggioranza che riscontra un certo consenso è proprio il premier Conte. Ben il 6% afferma che voterebbe con certezza un suo eventuale partito, e contando anche i possibilisti si arriverebbe al 21%. Che in realtà diventa il 59% tra gli elettori del Movimento 5 Stelle.

sondaggi elettorali

Ma vediamo le intenzioni di voto, registrate con l’ausilio di un panel telematico con 1865 soggetti.

Sondaggi elettorali Emg: il M5S al 19,7%, la Lega al 33,3%, PD al 23%

Secondo Emg non è cambiato moltissimo rispetto a fine giugno, quando è stato realizzato l’ultimo sondaggio dell’istituto. O comunque è cambiato meno rispetto a quanto rilevato da altri sondaggisti.

La Lega passa dal 34,6% al 33,3%, ma poco viene guadagnato dal Movimento 5 Stelle, che cresce solo dal 19% al 19,7%.

Emg fa eccezione rispetto ad altri istituti che invece pongono il partito di Di Maio ben al di sopra del 20% con il cambio di maggioranza.

Il PD invece appare addirittura in calo, dal 23,8% di fine giugno al 23% attuale, che comunque rappresenta un livello superiore rispetto al consenso registrato in occasione delle elezioni europee.

Più dietro, si registra come per gli altri istituti, una diminuzione per Forza Italia, che dall’8,5% scende al 7,8%, che comunque rappresenta una percentuale piuttosto alta rispetto a quella attribuita da altri istituti, considerando che ora viene sondato anche Cambiamo, il nuovo partito di Toti, all’1%.

Fratelli d’Italia infatti non riesce a superare, con il 7%, il partito di Berlusconi.

Più indietro appare in leggero calo +Europa, al 2,6%. Era al 2,9%.

Giù di due decimi anche la Sinistra, all’1,8%, mentre Europa Verde sale sopra l’1% al 1,2%.

In crescita invece i partiti minori, con il 2,6%

ultimi sondaggi, sondaggi politici elettorali, media sondaggi
sondaggi elettorali

Autore: Gianni Balduzzi

Editorialista di Termometro Politico, esperto e appassionato di economia, cattolico- liberale, da sempre appassionato di politica ma senza mai prenderla troppo seriamente. "Mai troppo zelo", diceva il grande Talleyrand. Su Twitter è @Iannis2003
Tutti gli articoli di Gianni Balduzzi →