Sondaggi politici Noto: italiani contrari a togliere il voto agli over 65

Pubblicato il 22 Ottobre 2019 alle 20:02
Aggiornato il: 24 Ottobre 2019 alle 21:57
Autore: Andrea Turco
sondaggi politici noto
Sondaggi politici Noto: italiani contrari a togliere il voto agli over 65

“E se togliessimo il voto agli anziani?”. La proposta provocatoria di Beppe Grillo pubblicata sul suo blog pochi giorni fa ha scatenato un mare di polemiche. C’è chi è come il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, ha invitato a riflettere sulle parole del fondatore del Movimento 5 Stelle: “Tutti contro Beppe Grillo, che pone un tema invece assai serio: una popolazione con forte prevalenza di anziani vota e voterà sempre di più contro gli interessi delle giovani generazioni. Mi pare che la sua proposta sia solo una provocazione. Qualcuno ne ha di migliori?”. E chi come Salvini che non nasconde la sua contrarietà: “Come si permette di dire una cavolata del genere, è un’idiozia”.

Sul tema ha provato ad indagare anche l’istituto Noto in un sondaggio per QN realizzato il 19 di ottobre. Secondo l’analisi di Antonio Noto, direttore dell’omonima società demoscopica, togliere il voto agli anziani non porterebbe a grandi cambiamenti sul piano elettorale. Questo perché “con la differenziazione del voto tra gli over 65 e il resto della popolazione le preferenze non variano, se non di poco”. Insomma, non c’è più quella classificazione politica in base all’età che aveva caratterizzato la Prima Repubblica.

Sondaggi politici Noto: senza il voto degli anziani aumenterebbe l’astensione

Ad esempio, anche il Movimento 5 Stelle, fa notare Noto, è votato in buona parte dai pensionati, smentendo l’adagio secondo cui i pentastellati sono un Movimento giovane per i giovani. Con l’abolizione del voto agli anziani poi i Cinque Stelle avrebbero pochi vantaggi: appena 2 punti percentuali in più. Pure la Lega avrebbe il suo tornaconto dall’attuazione di questa proposta (+1,5%). Pd e Forza Italia, invece, perderebbe rispettivamente 2 e 1 punto percentuali di voti.

Il vero risultato però sarebbe un altro: con il ritiro del voto agli over 65, aumenterebbe la quota degli astenuti. “Pertanto estremizzando la proposta-provocazione di Grillo, probabilmente si dovrebbe auspicare il voto obbligatorio per i più giovani, più che impedirlo agli anziani” chiosa Noto.

E infine non va trascurata l’opinione della popolazione. Secondo i sondaggi politici di Noto, l’88% degli italiani si dichiara contrario alla proposta del fondatore dei Cinque Stelle. Il 58% degli intervistati boccia inoltre un’altra delle idee di Grillo: quella dell’abbassamento a 16 anni della soglia per poter votare. I sondaggi politici di Noto rilevano che il 55% dei cittadini “sarebbe favorevole a istituire una sorta di assemblea elettiva consultiva, formata da soli giovani che possa essere un riferimento del Parlamento per confronti con la classe politica quando si tratta di promuovere leggi rispetto a tematiche riguardanti il lavoro, l’ambiente, la formazione, l’istruzione, la tecnologia”.

Nota metodologica

Data di realizzazione: 19/10/2019. Committente: QN Quotidiano Nazionale. Campione: Panel Omnibus rappresentativo degli elettori italiani. Tecnica di somministrazione delle interviste: Cawi. Consistenza numerica del campione: mille. Rispondenti: 90%.

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Andrea Turco

Classe 1986, dopo alcune esperienze presso le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano approda a Termometro Politico.. Dal gennaio 2014 collabora con il portale d'informazione Smartweek. Su Twitter è @andreaturcomi
Tutti gli articoli di Andrea Turco →