Pensioni ultima ora: età pensionabile resta a 67 anni, la tabella

Pubblicato il 15 Novembre 2019 alle 17:29 Autore: Giuseppe Spadaro
Pensioni ultima ora: età pensionabile resta a 67 anni, la tabella

Pensioni ultima ora, è stato pubblicato ieri 14 novembre 2019 in Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze datato 5 novembre 2019 avente ad oggetto “Adeguamento dei requisiti di accesso al pensionamento all’incremento della speranza di vita a decorrere dal 1° gennaio 2021”.

Pensioni, requisiti accesso ai trattamenti: nessun incremento

Per i pensionati c’è una notizia positiva. Perché nel decreto si legge che “a decorrere dal 1° gennaio  2021, i requisiti di accesso ai trattamenti pensionistici di cui all’art. 12, commi 12-bis e 12-quater, fermo restando quanto previsto dall’ultimo periodo del predetto comma 12-quater, del decreto-legge 30 luglio  2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, e successive modificazioni e integrazioni, non  sono ulteriormente incrementati.

Contrariamente a quanto si temeva non c’è stato alcun aumento. Nell’articolo pubblicato dal Corriere della Sera si legge che il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha “preso atto della nota del presidente dell’Istat che comunica l’aumento della speranza di vita a 65 anni, «pari a 0,021 decimi di anni». Il dato, spiega il decreto, «trasformato in dodicesimi di anno, equivale a una variazione di 0,025 che, a sua volta arrotondato in mesi, corrisponde a una variazione pari a 0»”.

Pensioni ultima ora – Ciò sarà valido per il biennio 2021-2022. Eventuali variazioni potranno entrare in vigore dal 2023, per il biennio 2023-2024. Tuttavia l’aumento non potrà essere superiore ai 3 mesi. Per cui sino al 2024 il termine massimo, per andare in pensione, sarà pari a 67 anni e 3 mesi.

A restare immutato è anche il requisito della pensione anticipata, fissato a 42 anni e 10 mesi per gli uomini e 41 e 10 mesi per le donne. In questo caso e per effetto di altre disposizioni il termine resterà uguale sino al 2026 e a prescindere dai termini legati all’aspettativa di vita.

Mentre si fa un gran parlare di Quota 100, sottolineiamo che sono molti i canali tramite cui è possibile accedere all’età pensionabile. E tutte le misure sono soggette a potenziali modifiche con un intuibile impatto sulla vita dei lavoratori. Da parte nostra, continueremo ad aggiornarvi puntualmente sulle informazioni relative alla materia pensionistica.

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Giuseppe Spadaro

Direttore Responsabile di Termometro Politico. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti (Tessera n. 149305) Nato a Barletta, mi sono laureato in Comunicazione Politica e Sociale presso l'Università degli Studi di Milano. Da sempre interessato ai temi sociali e politici ho trasformato la mia passione per la scrittura (e la lettura) nel mio mestiere che coltivo insieme all'amore per il mare e alla musica.
Tutti gli articoli di Giuseppe Spadaro →