Bonus merito docenti al termine, ecco come verrà usato nel 2020

Pubblicato il 17 Dicembre 2019 alle 13:09
Aggiornato il: 3 Gennaio 2020 alle 18:39
Autore: Guglielmo Sano

Dal prossimo anno non esisterà più il Bonus merito per i docenti per effetto della prossima Legge di Bilancio. Ecco dove saranno spostate le risorse

Portamatite
Bonus merito docenti al termine, ecco come verrà usato nel 2020

Dal prossimo anno non esisterà più il Bonus merito per i docenti. Per effetto della prossima Legge di Bilancio, le risorse ad esso indirizzate saranno spostate al miglioramento dell’offerta formativa e sottoposte alla contrattazione di istituto.

Bonus merito 2020 cancellato: cosa cambia col nuovo ministro Fioramonti

Bonus merito: eliminato dalla Legge di Bilancio

Il Bonus merito, uno dei punti chiave della riforma renziana della scuola, per i docenti non esisterà più a partire dal prossimo anno scolastico: a prevederlo un emendamento alla manovra per il 2020 approvato dalla Commissione Bilancio del Senato che ha come prima firmataria la pentastellata Vilma Moronese e sponsorizzato in prima persona dalla capogruppo del Movimento 5 Stelle a Palazzo Madama Bianca Granato.

Bonus merito docenti 2019: requisiti precari e domanda. Quant’è l’importo

Il testo prevede che le risorse destinate all’incentivo per i docenti “meritevoli” – 200 milioni di euro all’anno – confluiscano nei fondi di istituto per essere utilizzati nella contrattazione integrativa a favore del personale scolastico “senza ulteriore vincolo di destinazione”; insomma, pare di capire che potranno essere utilizzati non solo per premiare l’impegno dei docenti ma anche quello del Personale Ata.

Omicidio Luca Sacchi: niente riesame per Del Grosso, parla l’avvocato

La questione del comitato di valutazione

La corresponsione, in pratica, non dipenderà più dalla discrezionalità dei dirigenti scolastici. Adesso, come ha affermato la stessa senatrice pentastellata Laura Granato, è necessario un provvedimento parallelo che vada a modificare la composizione del comitato di valutazione. Proprio a quest’ultimo organo era affidata l’individuazione dei criteri “per la valorizzazione dei docenti”. Alla fine, dovrebbe essere eliminato nella sua versione allargata a rappresentanti di genitori e studenti e rimanere con la composizione che vede tre docenti eletti dal Collegio docenti e naturalmente il Dirigente scolastico nelle vesti di Presidente.  

Film Natale 2019: cinepanettoni, trame, cast e calendario uscite

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →