Sondaggi elettorali Emilia Romagna, per EMG e Opinio Bonaccini avanti del 3%

Pubblicato il 30 Dicembre 2019 alle 12:21
Aggiornato il: 3 Gennaio 2020 alle 18:33
Autore: Gianni Balduzzi

Sondaggi elettorali EMG e Opinio, Bonaccini al 46,5% supera la Borgonozoni di tre punti, ma sono moltissimi ancora gli indecisi

sondaggi elettorali
Sondaggi elettorali Emilia Romagna, per EMG e Opinio Bonaccini avanti del 3%

Proseguono i sondaggi dei vari istituti sull’Emilia Romagna. Nell’ultima decade di dicembre sono stati EMG e Opinio a chiedere agli emiliani ai romagnoli per chi avrebbero intenzione di votare il 26 gennaio.

Il risultato è identico. Il presidente uscente Bonaccini appare in testa di 3 punti.

Anche altri sondaggi, come Tecnè, vedono il candidato del centrosinistra in vantaggio su quella del centrodestra Borgonzoni, anche se in questo caso solo del 2%, 46% a 44%.

Per Opinio e EMG invece Bonaccini sarebbe al 46,5%, mentre la rivale leghista al 43,5%. Nel caso della Borgonzoni vi è secondo EMG un calo di mezzo punto rispetto alla rilevazione precedente.

Opinio invece stimava Bonacini al 46% a novembre, quindi sarebbe in leggero aumento, avendo preso uno 0,5% alla Borgonzioni, al 44% sempre a novembre.

Vi è apparentemente una certa concordanza tra gli istituti, anche se chiaramente questo non può essere garanzia di esattezza dei sondaggi, il caso delle regionali in Umbria insegna bene.

sondaggi elettorali
Fonte: EMG Aqua

Sondaggi elettorali in Emilia Romagna, il M5S relegato ormai all’irrilevanza

E il Movimento 5 Stelle?

Appare ormai irrilevante. Opinio lo dà al 7,5%, era all’8% a novmbre.

Mentre EMG dà al candidato Benini il 6,5%, in questo caso invece in aumento dell’1% rispetto al sondaggio precedente. È al 7% per Tecnè

Certo sono lontanissimi i risultati in doppia cifra delle regionali precedenti, così come i dati delle politiche.

L’Emilia Romagna sarà un banco di prova sia per il governo, che attende una vittoria per rafforzarsi (nonostante PD e M5S siano su fronti opposti), sia per il movimentismo.

Si vedrà infatti quanto il movimento delle sardine avrà pesato. Se sull’astensione, riportando elettori di sinistra al voto, o provocando un voto utile di elettori del M5S a favore del centrosinistra.

Quello che è certo è che è sempre più difficile per i sondaggi e gli analisti indovinare l’umore di un elettorato sempre più liquido che forse deciderà soprattutto all’ultimo momento.

Per EMG infatti ben il 43% è ancora indeciso.

Il sondaggio Opinio è stato svolto il 19 dicembre su 1000 intervistati. Non sono presenti note metodologiche per EMG

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

Per commentare su questo argomento clicca qui!

L'autore: Gianni Balduzzi

Editorialista di Termometro Politico, esperto e appassionato di economia, cattolico- liberale, da sempre appassionato di politica ma senza mai prenderla troppo seriamente. "Mai troppo zelo", diceva il grande Talleyrand. Su Twitter è @Iannis2003
Tutti gli articoli di Gianni Balduzzi →