Come creare un filtro Instagram efficace per le immagini

Pubblicato il 2 Dicembre 2020 alle 07:39 Autore: Lorenzo Annis

Instagram resta inamovibilmente il social numero uno per quanto concerne la condivisione di immagini e foto personali. Una volta…

Come creare un filtro Instagram efficace per le immagini
Come creare un filtro Instagram efficace per le immagini

Instagram resta inamovibilmente il social numero uno per quanto concerne la condivisione di immagini e foto personali. Una volta diventato punto di riferimento nel settore, ha suscitato l’interesse di Mark Zuckerberg – fondatore di Facebook – che ha deciso di acquisirlo e portare dunque dalla sua parte il primo diretto concorrente del social blu.

Più passa il tempo, più Instagram si rinnova e si espande, aggiungendo nuove funzionalità adatte a tutti, soprattutto nelle stories, che sono lo strumento più utilizzato al suo interno. Con l’avvento degli influencer in questi anni, è scattata la lotta alla foto migliore, che deve essere perfetta per posa, luce, scenario e tutto il resto; gli emulatori sono aumentati a dismisura – specialmente tra i più giovani – e dunque anche loro necessitano degli strumenti più adatti per creare lo scatto più bello e innovativo possibile.

Per fare ciò, sono in moltissimi coloro i quali ricorrono all’utilizzo di filtri Instagram per dare un tocco diverso alle proprie immagini.

LEGGI ANCHE: Dark Mode Android 9: cos’è, come si installa e a che serve

Qual è il miglior filtro Instagram? La scelta è ampia

Instagram al suo interno propone una serie di filtri – precisamente 23 – grazie ai quali l’utente può sbizzarrirsi arricchendo le proprie foto. Ma quale scegliere fra tutti? Addirittura è stata fatta una ricerca in merito per scoprire i migliori filtri del social: A dominare questa classifica stilata da Canva è Clarendon, usato principalmente in 119 paesi del mondo. Alle sue spalle, invece, troviamo Juno (30 paesi) e al terzo posto Valencia (29 paesi).

Ma, per chi volesse dare un tocco totalmente differente, Instagram propone anche Moon, Willow e Inkwell, i quali trasformano le foto in bianco e nero con comunque differenti tonalità.

Una volta scelto, è possibile continuare a modificarne le varie gradazioni. Cliccando su “Modifica” in basso della schermata, si entra in un editor approfondito nel quale è possibile modificare la luminosità, il contrasto, il calore, la sfumatura e non solo. Insomma, nonostante i tanti difetti legati ad esempio alla fruizione generale dell’app e un’ottimizzazione scarsa, Instagram offre comunque ai suoi seguaci tante differenti possibilità per riuscire a pubblicare una foto che riesca a soddisfare le tutte le necessità.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Lorenzo Annis

Nato il 1° luglio del 1996, è nel Termometro Politico dal 2017. Scrive prevalentemente di sport dividendosi tra pallone e pedali, le sue più grandi passioni sportive.
    Tutti gli articoli di Lorenzo Annis →