Chi è Myss Keta al Dopofestival di Sanremo 2020: età, carriera e biografia

Pubblicato il 17 Gennaio 2020 alle 16:05 Autore: Guglielmo Sano

La rapper, di cui non si conosce l’identità (a parte qualche dettaglio), Myss Keta condurrà il Dopo Festival di Sanremo insieme a Nicola Savino

Palco
Chi è Myss Keta al Dopofestival di Sanremo 2020: età, carriera e biografia

La cantante, di cui non si conosce l’identità, Myss Keta condurrà il Dopo Festival di Sanremo, la 70esima edizione della rassegna canora si terrà tra il 4 e l’8 febbraio, insieme a Nicola Savino.

Myss Keta sbarca al (Dopo)Festival

Sono ormai lontani i tempi di Milano Sushi & Coca il singolo che la fece conoscere al grande pubblico nel 2013 (il video ufficiale ad oggi conta oltre un milione di visualizzazioni su Youtube) e di Burqa di Gucci del 2015. Oggi, Myss Keta approda a Sanremo: condurrà il Dopo Festival insieme a Nicola Savino. La rapper, anche se definirla così è impreciso vista la contaminazione tra sonorità elettroniche e suggestioni punk presenti nei suoi pezzi (lei si definisce “performer” e “life coach” oltre che cantante), non è famosa però solo per la sua produzione musicale.

Album Italiani 2019: analisi e titoli dei migliori

Nessuna certezza sulla sua identità

Infatti, un po’ come Liberato, deve la sua fama anche al fatto di mantenere il più stretto riserbo sulla sua identità. Insomma, non si sa chi sia Myss Keta; le uniche informazioni personali, su cui tra l’altro non ci sono certezze, è che sarebbe originaria di Milano e avrebbe circa trent’anni. Insomma, non se ne conosce il nome e nessuno ha mai visto neanche che faccia abbia precisamente (veste sempre occhiali da sole e un velo dal naso in giù).

Tolo Tolo di Checco Zalone, le battute più belle del film

Anonimato ma non troppo

Ciò se si esclude la foto, pubblicata nel maggio scorso dall’Agenzia Dire, in cui sarebbe stata immortalata sulla metro di Milano insieme a Miuccia Panda, una delle sue “collaboratrici”, le cosiddette Ragazze di Porta Venezia (le altre sono Donatella, Prada, Cha Cha e Iban). La figura definita da più parti “iconica”, nata su iniziativa del collettivo underground milanese Motel Forlanini sette anni fa, d’altra parte, nonostante l’anonimato non si nasconde affatto. A parte la costante presenza su Instagram, ultimamente è apparsa nel corso dell’XtraFactor 2019, poi alla trasmissione Rai Quelli che il Calcio e ha rilasciato anche un’intervista a SkyTg24.

Segui Termometro Politico su Google News

Scrivici a redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →