Concorso Scuola 2020: test pre-selettivo da 80 domande, come funziona

Pubblicato il 31 Gennaio 2020 alle 18:13 Autore: Linda Sogaro

Concorso scuola 2020: concorso preselettivo, quali sono i contenuti delle prove, i punteggi minimi per ottenere abilitazione all’insegnamento

Concorso Scuola 2020: test pre-selettivo da 80 domande, come funziona

Dopo qualche posticipazione prevista, usciranno a Febbraio i tre bandi per il concorso scuola, che la Ministra Lucia Azzolina ha confermato essere: infanzia primaria, ordinario secondaria e straordinario secondaria. Alcune indiscrezioni suggeriscono che per quest’ultimo, il più atteso dai futuri docenti, possa essere previsto un concorso preselettivo. Come si articoleranno le prove?

Concorso scuola e preselezioni: come funziona

La prova pre-selettiva riguarda il concorso straordinario per la scuola secondaria e dipenderà dalla domanda: se il numero di richieste dei candidati dovesse essere quattro volte superiore rispetto ai posti resi disponibili, sarà necessaria una prova di ottanta domande a risposta multipla, con un tempo massimo di ottanta minuti (ovvero un minuto per domanda).

Il totale di queste domande per la prova per i posti comuni sarà così articolato: quaranticinque quesiti sulle competenze possedute sulla classe di concorso, trenta domande per le competenze didattico – metolodologiche e le ultime cinque per verificare il livello in lingua inglese.

Le prove pre-selettive per i docenti di sostegno saranno articolate in trenta domande per valutare la conoscenza delle disabilità e sui bisogni educativi speciali (BES), altre trenta esamineranno contenuti psicopedagogici e didattici, quindici quesiti saranno dedicati all’ambito normativo e sempre cinque per le conoscenze della lingua inglese.

Le prove finali

Per il concorso scuola ordinario per posti comuni ci saranno dunque due prove scritte e una orale.

Per quelli di sostegno, invece, ci sarà una sola prova scritta, incentrata su contenuti caratterizzanti la classe di concorso, e una sola prova orale basata sull’ideazione di un progetto didattico, che dovrà provare la conoscenza delle metodologie, dell’uso pratico della comunicazione informativa e l’inglese.

Alla prova orale saranno ammessi soltanto coloro che avranno superato lo scritto, con un punteggio minimo di sette/decimi (28/40). Gli aspiranti docenti che riusciranno nel superamento di tutte le prove, otterranno l’abilitazione all’insegnamento.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Linda Sogaro

Laureata in "Psicopatologia Dinamica Dello Sviluppo" presso la Sapienza, Università di Roma. Specializzata in Social Media, ha collaborato con diversi blog e testate di critica teatrale. Appassionata di scrittura, psicologia e teatro, collabora con Termometro Politico da Maggio 2019.
    Tutti gli articoli di Linda Sogaro →