Pensioni ultime notizie: età pensionabile 2022 a 67 anni, la circolare Inps

Pubblicato il 8 Febbraio 2020 alle 12:01
Aggiornato il: 10 Febbraio 2020 alle 12:02
Autore: Guglielmo Sano

Pensioni ultime notizie: i requisiti per andare in pensione e l’incremento alla speranza di vita non aumenteranno fino al 2023

Ufficio
Pensioni ultime notizie: età pensionabile 2022 a 67 anni, la circolare Inps

Pensioni ultime notizie: i requisiti per andare in pensione e l’incremento alla speranza di vita non aumenteranno fino al 2023. La precisazione è contenuta in una recente circolare Inps sulla scorta di quanto disposto dal decreto pubblicato il 5 dicembre 2019 dai ministeri di Economia e Lavoro.

Pensioni ultime notizie: uscite anticipate, importo medio assegno

Pensioni ultime notizie: requisiti anagrafici e contributivi

Con la circolare numero 19 del 7 febbraio 2020, l’Inps ha evidenziato il requisito anagrafico per quanto riguarda la pensione di vecchiaia degli iscritti all’assicurazione generale obbligatoria (AGO) e alla gestione separata. Dal primo gennaio 2021 al 31 dicembre 2022 si potrà andare in pensione al compimento dei 67 anni. Tale requisito sarà adeguato alla speranza di vita a partire dal primo gennaio 2023.

Due le precisazioni da fare. Per i lavoratori dipendenti o iscritti alla Gestione Separata Inps che hanno svolto attività gravose il requisito anagrafico per andare in pensione è fissato a quota 66 anni e 7 mesi di età e almeno 30 anni di contributi. Inoltre, a proposito di chi ha versato il primo contributo dal primo gennaio 1996, l’età per il pensionamento se sono stati versati almeno 5 anni di contributi resta fissata a 71 anni anche per il 2021 e il 2022.

Pensioni ultime notizie: pensione garanzia di 780 euro, il piano

A quanti anni si potrà andare in pensione anticipata?

Nella stessa circolare Inps è stato precisato anche come il requisito contributivo da soddisfare per andare in pensione anticipata – dal primo gennaio 2021 al 31 dicembre 2026 (in base a quanto disposto dal decreto 4/2019, quello che ha introdotto Quota 100) – non sarà aumentato: dunque, resta fissato a 42 anni e dieci mesi per gli uomini e a 41 anni e 10 mesi per le donne.

Da precisare, però, che la decorrenza del trattamento pensionistico anticipato è da considerarsi perfezionato dopo tre mesi dalla data di maturazione dei suddetti requisiti. Il requisito contributivo necessario ai lavoratori “precoci” per usufruire del pensionamento anticipato, dal 2021 al 2026, è fissato a 41 anni.

Pensioni ultima ora: pensione anticipata nel 2021, l’analisi di Cazzola

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →