Poste Italiane: prelievo libretto postale, ecco i limiti del 2020

Pubblicato il 13 Febbraio 2020 alle 08:47
Aggiornato il: 17 Febbraio 2020 alle 21:48
Autore: Daniele Sforza

Quali sono i limiti di prelievo dal libretto postale stabiliti da Poste Italiane? Andiamo a scoprire le soglie previste per il 2020.

Poste Italiane prelievo libretto postale
Poste Italiane: prelievo libretto postale, ecco i limiti del 2020

Il libretto postale di Poste Italiane rappresenta una delle migliori soluzioni di risparmio per i contribuenti che vogliono accantonare delle somme senza rischi e in particolar modo senza costi di apertura, chiusura o gestione. Esistono diverse tipologie di libretto postale, ma tra le domande che gli utenti titolari di libretto si pongono ci sono quelle che riguardano i prelievi, anche in vista delle nuove regole di utilizzo del contante. Quali sono i limiti di prelievo dal libretto postale previsti nel 2020? La risposta sarà utile a tutte quelle persone che hanno una spesa urgente da sostenere e che, non potendo prelevare dalla carta, hanno necessità di effettuare un prelievo dal libretto. Ecco dunque le soglie massime di prelievo giornaliere e mensili.

Poste Italiane: prelievo libretto postale smart e ordinario, i limiti

I titolari di libretto postale Smart non hanno alcun limite di prelievo con carta libretto presso un qualsiasi sportello postale. Se invece il prelievo viene effettuato senza carta presso un ufficio postale differente da quello che ha emesso il libretto, allora un limite c’è. La soglia massima giornaliera ammonta a 600 euro, mentre il limite mensile sale a 2.500 euro. Le stesse soglie, giornaliere e mensili, sono previste per i prelievi dal libretto postale ordinario.

Libretto postale dedicato ai minori di Poste Italiane: tipologie e soglie di prelievo

Per quanto riguarda il libretto postale dedicato ai minori, occorre sapere che ne esistono diverse tipologie, che si differenziano in base all’età dell’intestatario minorenne. Ad esempio, IO Cresco è riservato ai bambini da 0 a 12 anni, mentre il libretto IO Conosco è dedicato ai ragazzi dai 12 ai 14 anni, e infine il libretto IO Capisco è per i ragazzi compresi nella fascia d’età tra 14 e 18 anni.

I limiti dei prelievi si differenziano in base alla tipologia di libretto dedicato ai minori: le soglie massime giornaliere e mensili per il libretto IO Cresco, ad esempio, è fissato a 15 mila euro, ma solo presso l’ufficio postale in cui è avvenuta l’emissione del prodotto. In caso di prelievo disgiunto dei genitori, sempre presso lo stesso ufficio postale, la soglia scende a 2.500 euro. I limiti restano gli stessi anche per il libretto IO Conosco, ma ciò che cambia è che il prelievo può essere effettuato anche presso altri uffici postali diversi da quello di emissione con nuove soglie di importi: 30 euro al giorno e 250 euro al mese.

Per ciò che concerne il libretto IO Capisco, i limiti dei prelievi effettuati presso altri uffici postali diversi da quello di emissione salgono a 50 euro giornalieri e 500 euro mensili.

Tali soglie restano in vigore anche con le nuove regole sull’utilizzo del contante, che saranno introdotte a partire dal 1° luglio 2020, quando la soglia dei pagamenti in contanti da 3.000 euro scenderà a 2.000 euro, mentre nel 2021 ci aspetta un nuovo calo fino a 1.000 euro.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected].it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →