Legge 104 e acquisto elettrodomestici: lo sconto cambia con la marca?

Pubblicato il 4 Marzo 2020 alle 10:55 Autore: Daniele Sforza

I titolari di Legge 104 possono godere di alcune agevolazioni legate all’acquisto di elettrodomestici: ecco cosa bisogna sapere a riguardo.

Legge 104 e acquisto elettrodomestici
Legge 104 e acquisto elettrodomestici: lo sconto cambia con la marca?

I soggetti titolari di Legge 104 perché affetti da disabilità grave e quindi rispondenti al profilo descritto nell’articolo 3 comma 3 della suddetta legge, hanno diritto ad alcune agevolazioni fiscali. Tra queste spicca la possibilità di usufruire dell’Iva agevolata sull’acquisto di elettrodomestici. Tuttavia quello che bisogna sapere è che non è sufficiente essere titolari di Legge 104 per avere l’Iva agevolata sull’acquisto di qualsiasi tipo di elettrodomestico.

Acquisto elettrodomestici con Iva al 4% per titolari Legge 104: i casi

Precisiamo che lo sconto applicato (Iva al 4% anziché al 22%) non cambia con la marca, ma è quindi universalmente applicato a tutti gli elettrodomestici, che però rientrino nell’elenco dei sussidi tecnici e informatici che abbiano una finalità preminente: quella di aiutare il soggetto disabile. La legge, infatti, non mostra un elenco di prodotti rientranti nell’agevolazione, ma è necessario se non imprescindibile che tali elettrodomestici abbiano un collegamento funzionale con il tipo di menomazione o disabilità del soggetto titolare di 104. Il prodotto deve pertanto portare effetti migliorativi al disabile, per quanto riguarda la qualità della vita e/o motoria. Il collegamento non può, per ovvie ragioni, essere teorico, ma deve essere attestato da un medico specialista che avrà effettuato una valutazione tecnica sugli effetti e i benefici apportati dall’elettrodomestico alla condizione del soggetto disabile.

L. 104/92: trasferimento lavoro, i limiti chilometrici nel 2020

Ovviamente questa attestazione sarà più diretta se si parla di dispostivi e sussidi tecnologici e informatici, mentre sarà più complessa se parliamo di elettrodomestici, come può esserlo una lavastoviglie o una lavatrice. Tali elettrodomestici dovrebbero infatti avere la finalità preminente di agevolare il soggetto in materia di autosufficienza, integrazione e comunicazione interpersonale. Cosa che può fare un personal computer, ma non necessariamente un tipo di elettrodomestico. L’acquisto, insomma, deve essere giustificato dal medico con apposita certificazione, che andrà poi presentata per fruire dell’Iva agevolata al 4% sull’acquisto.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →