Sondaggi elettorali TP, gli italiani temono la povertà dopo il coronavirus

Pubblicato il 13 Marzo 2020 alle 19:23
Aggiornato il: 25 Marzo 2020 alle 23:36
Autore: Gianni Balduzzi

Sondaggi elettorali TP, in calo la Lega, a vantaggio di Fratelli d’Italia. Gli italiani chiedono misure ancora più stringenti contro il coronavirus

Sondaggi elettorali Termometro Politico del 13 marzo 2020
Sondaggi elettorali TP, gli italiani temono la povertà dopo il coronavirus

L’emergenza coronavirus continua e appare sempre più grave, e la politica va sempre più in secondo piano di fronte alle questioni di salute pubblica.

Del resto gli italiani appaiono veramente preoccupati. Sia per gli aspetti sanitari che quelli economici.

Gianluca Borrelli a Coffee Break (13/03/2020)

Il 52.2% teme un impoverimento dell’Italia. Il 10% un grande calo del proprio reddito, il 4% addirittura di rimanere disoccupato, mentre per il 5,% il pericolo maggiore è un azzeramento dei risparmi.

Vi è però un 11,7% che pensa che dopo la crisi ci potrebbero essere nuove opportunità di lavoro, e un 12,5% che crede che non cambierà nulla.

Sondaggi elettorali Termometro Politico del 13 marzo 2020
Fonte: Termometro Politico

Parlando dell’emergenza attuale quasi due terzi è d’accordo con l’ultimo decreto che chiude bar, ristoranti e buona parte delle attività commerciali. E anzi, chiede che si restringano le deroghe, che riguardano per esempio profumerie e tabaccai.

Sondaggi elettorali Termometro Politico del 13 marzo 2020
Fonte: Termometro Politico

Il 77,9% pensa che se il contagio non dovesse accennare a decrescere si dovrebbero chiudere tutte le attività anche industriali e interrompere i trasporti pubblici

Sondaggi elettorali Termometro Politico del 13 marzo 2020
Fonte: Termometro Politico

Sondaggi elettorali TP, scende la Lega, su Fratelli d’Italia

La politica passa in secondo piano, è vero, ma abbiamo comunque voluto realizzare i consueti sondaggi elettorali sulle intenzioni di voto.

L’esito è la conferma di alcuni trend recenti. Continua a calare la Lega, ora al 31,6%, a vantaggio di Fratelli d’Italia, che arriva al 12,4%. Il PD è sempre secondo con il 21%, mentre il Movimento 5 Stelle resiste al 15,4%, una percentuale superiore a quella che altri istituti gli attribuiscono.

Recupera qualche decimale Forza Italia, che va al 5,4%, che rimane di molto davanti a Italia Viva, sempre bloccata al 3,9%.

La Sinistra è al 2,4%, in leggero aumento, mentre Azione scende all’1,8%. Verdi e +Europa sono rispettivamente all’1,8% e al 1,6%. I comunisti di Rizzo sono sempre all’1%, e i partiti più piccoli scendono al 2,1%

Sondaggi elettorali Termometro Politico del 13 marzo 2020
Fonte: Termometro Politico

Non c’è poi alcuna voglia di un governo di unità nazionale, neanche dopo l’emergenza. Solo per l’11% sarebbe auspicabile, e solo per il 15,8% si potrebbe fare, ma solo dopo un voto.

Il 27,7% invece pensa che non è questo il momento di pensare a trattative politiche, mentre il 26,8%, chiaramente in maggioranza elettori di centrodestra, ritiene che non sia giusto dare una stampella all’attuale maggioranza, che invece dovrebbe dimettersi. Simmetricamente il 17,3%, soprattutto elettori pentastellati e democratici, pensa che non si debba offrire una sponda al centrodestra, che potrebbe fare cadere il governo di unità quando vorrebbe

Sondaggi elettorali Termometro Politico del 13 marzo 2020
Fonte: Termometro Politico

Questi sondaggi elettorali sono stati realizzati tra l’11 e il 12 marzo con metodo CAWI su 2200 soggetti

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Gianni Balduzzi

Editorialista di Termometro Politico, esperto e appassionato di economia, cattolico- liberale, da sempre appassionato di politica ma senza mai prenderla troppo seriamente. "Mai troppo zelo", diceva il grande Talleyrand. Su Twitter è @Iannis2003
Tutti gli articoli di Gianni Balduzzi →