Quanto costa un tampone Coronavirus in Italia e quando si fa

Pubblicato il 1 Aprile 2020 alle 09:53
Aggiornato il: 6 Aprile 2020 alle 13:35
Autore: Daniele Sforza

Tra mascherine, guanti e amuchina, una domanda riempie la testa degli italiani: ma quanto costa un tampone Coronavirus in Italia e quando si fa?

Quanto costa un tampone Coronavirus in Italia e quando si fa
Quanto costa un tampone Coronavirus in Italia e quando si fa

Mascherine introvabili, guanti, candeggina, amuchina e gel disinfettanti, ma c’è un’altra domanda che sta riempiendo le teste degli italiani in questi giorni difficili: quanto costa un tampone Coronavirus in Italia e quando si fa? Ultimamente si sta infatti parlando di numeri sottostimati (casi positivi e decessi), proprio perché non è possibile effettuare il tampone a tutti e a volte, secondo alcune testimonianze, neanche alle persone che manifestano sintomi. Ha fatto poi molto rumore la polemica dei tamponi ai Vip, soprattutto ai calciatori, mentre alle persone “comuni” non si è riuscito a farlo. È un problema di costo o di reperibilità?

Tampone Coronavirus: quando si fa e chi chiamare

Il tampone coronavirus è fondamentale per sapere se si è positivi o negativi al Covid-19: i risultati del tampone, arrivano dalle 6 alle 48 ore (dipende dai luoghi e dal momento). Si è parlato anche della possibilità del tampone a tappeto, compresi i asintomatici, sebbene il Consiglio Superiore della Sanità, sulla base di prove scientifiche, abbia affermato che non è necessario. Per questo motivo il tampone si effettua solo ai soggetti che manifestano i sintomi da Covid-19 (leggi questo articolo per sapere quali sono).

Se si avvertono i sintomi da Coronavirus è necessario chiamare il proprio medico di base, la guardia medica o il numero unico di pubblica utilità 1500 (o anche il 118). I tamponi si possono effettuare anche a domicilio, soprattutto per limitare gli spostamenti. Generalmente, infatti, il medico pone le domande al paziente e fa una valutazione preliminare per poi, se necessario, fornire indicazioni sulla possibilità di eseguire il tampone.

Tampone Coronavirus: come si fa e quanto costa

Il tampone si fa utilizzando una specie di bastoncino simile a un cotton fioc che il medico inserisce nella faringe allo scopo di prelevare un campione di saliva e muco. Il tampone, a seconda del tipo, può essere anche inserito in entrambe le narici, fino alla profondità, e ruotato per alcuni secondi. Il tampone viene poi raccolto in un gel utile a conservarlo e inviato al laboratorio che procederà all’analisi. Il costo del materiale per fare il tampone è molto basso (circa 1 euro, stando a quanto riporta Il Sole 24 Ore) e a carico del Servizio sanitario nazionale. Il costo complessivo del tampone (ovvero del servizio di esecuzione) si aggira attorno ai 30 euro, ma per i pazienti che si sottopongono al test è gratuito.

Il margine di errore

Il margine di errore è molto basso (1-4%). Per ovviare a eventuali anomalie che, seppur rare, ci possono essere si raccomanda di eseguire un ulteriore tampone che certificherà il risultato del primo.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →